rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Calcio

Il Palermo va all'assalto del Bari per avvicinare il primo posto, Filippi: "Sono ottimista"

I rosanero, già privi di Almici e Luperini squalificati, perdono i due laterali di sinistra Valente e Giron, non convocati per la partita. Salgono dunque le quotazioni di Crivello sulla corsia mancina mentre a destra Doda è insidiato da Accardi e Buttaro. Possibile l'utilizzo di un trequartista

Per la sfida del Barbera contro il Bari, partita al limite della decisività nell’ottica della promozione diretta, il Palermo si ritrova con la coperta corta. Luperini e Almici sono squalificati e sulla fascia sinistra si profila una situazione di emergenza con Valente e Giron non arruolati per problemi fisici. L'ipotesi trequartista alla luce della presenza di soli tre centrocampisti prende sempre più consistenza. Cancellare il derby e tenere il passo dei biancorossi, in vantaggio di otto punti in classifica, è l’unica cosa che conta per i rosanero, che devono andare al di là di tutto, compresi i problemi d’organico. La partita in programma alle 14:30 sarà visibile sulla piattaforma Eleven Sports.

Il tecnico del Palermo Giacomo Filippi parla in prima battuta degli strascichi lasciati dal derby perso contro il Catania: “Concordo sul fatto che il derby perso in quel modo - ha affermato - lascia dei segni che dobbiamo essere bravi a coprire e superare questa battuta d’arresto in una partita alla quale tenevamo. La cosa positiva è che subito dopo c’è una partita di cartello: dobbiamo essere pronti ad alzare l’asticella per battere la prima della classe, una squadra forte e costante che è lì con merito e che è in serie positiva”. A proposito degli avversari, Filippi spiega quale sarà la chiave per venire a capo del match: “Il Bari è una squadra competitiva in tutti i reparti con giocatori di qualità assoluta, sia titolari che panchinari, un allenatore che la fa giocare bene e la gestisce altrettanto bene. Serve la massima intensità e il massimo furore agonistico”.

In merito al gioco espresso dalla squadra, sovente oggetto di discussione, l’allenatore partinicese risponde così: “Non sono d’accordo - ha spiegato - sul fatto che questa squadra debba aumentare le geometrie. Abbiamo fatto delle ottime prestazioni mentre altre meno. Bisogna prendere quello che di buono è stato fatto in alcune partite come capire cosa non sia andato in altre. Il punto da analizzare è quello di essere più costanti, mantenere la stessa identità sia quando giochiamo dentro che fuori perché è inammissibile alternare queste prestazioni, ma il discorso è legato alle prestazioni non è un problema di gioco”.

Filippi si mostra fiducioso in merito all’esito di una partita che assume un valore importante: “Io sono ottimista -ha detto - quindi non mi pongo l’ipotesi della sconfitta. Naturalmente avvicinandoti al Bari e battendo la capolista, oggi la più forte del girone e non solo, le nostre ambizioni continuano a restare le stesse e si cancellerebbe il derby proiettandoci subito alla partita successiva e staccare per le vacanze natalizie”. A chi invece è dell’avviso opposto e si aspetta un Bari favorito il tecnico risponde così: “Qualche dichiarazione può essere fastidiosa ma se il Bari pensa di venire qui a fare una passeggiata ben venga: sono convinto che non sarà così perché il Palermo venderà carissima la pelle dando quel che ha e che non ha per riuscire a prendere la posta in palio. Poi il campo è sempre il massimo giudice che dirà chi avrà ragione”.

Il tecnico ha poi parlato della partecipazione dei tifosi: “L’unica cosa che noi dobbiamo fare è andare sempre in campo e cercare di soddisfare i nostri tifosi prima di noi stessi: facendo questo son convinto che la gente possa ammirare il nostro cammino, il nostro orgoglio la nostra voglia. Solo così possiamo portare le persone allo stadio”. Per quanto riguarda invece il mercato il tecnico non si sbilancia: “ne parleremo dopo Latina, oggi pensiamo solo a queste due partite e poi si valuterà il da farsi”.

In merito ai singoli: “Buttaro a destra può essere una soluzione come lo può essere anche Accardi. Roberto in quest’ultimo periodo ha giocato poco ma è molto motivato e si sta allenando bene: normale che quando incontri la tua ex squadra in cui hai lasciato ottimi ricordi vuoi metterti in evidenza. Lo stesso discorso vale per Perrotta che sta bene: entrambi saranno della partita”.

QUI PALERMO

I rosanero devono fare i conti con le squalifiche di Almici e Luperini e gli infortuni di Valente e Giron. Sulle corsie laterali a sinistra Crivello sembra l’unica scelta possibile per quanto si possa eventualmente adattare pure Doda. Quest’ultimo è insidiato da Buttaro (che comunque giocherà) e Accardi, già schierato in quella posizione domenica scorsa: questo fa sì che le quotazioni già di Perrotta per una maglia da titolare in difesa crescano ulteriormente. A centrocampo De Rose e Odjer sono sicuri del posto: non da escludere che Filippi possa provare la soluzione trequartista gettando nella mischia Silipo o il grande ex Floriano. In attacco torna titolare Fella a fianco di Brunori.

QUI BARI

Per il big-match del Barbera Mignani dovrà fare a meno di Di Cesare in difesa e di Marras in attacco: per il resto sono tutti a disposizione. Il Bari, reduce dal successo contro il Taranto,  scenderà in campo con il 4-3-1-2, uno schema collaudato anche per quanto riguarda le gerarchie. In difesa confermato il quartetto con Pucino a destra, Celiento e l'ex Palermo Terranova centrali e l'altro ex rosanero Mazzotta a sinistra. In attacco Botta gioca a sostegno del tandem Antenucci-Paponi: unico dubbio a centrocampo dove Scavone insidia Mallamo per il ruolo di mezzala destra a fianco dei confermati Maita e D’Errico.

Le probabili formazioni

Palermo (3-4-1-2): Pelagotti; Buttaro, Marconi, Perrotta; Accardi, Odjer, De Rose, Crivello; Floriano; Brunori, Fella.

Bari (4-3-1-2): Frattali; Pucino, Celiento, Terranova, Mazzotta; Mallamo, Maita, D'Errico; Botta; Paponi, Antenucci.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Palermo va all'assalto del Bari per avvicinare il primo posto, Filippi: "Sono ottimista"

PalermoToday è in caricamento