rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Calcio

Il Palermo cede Almici alla Spal, da Doda ad Accardi: quali prospettive per la fascia destra?

Per la sostituzione del terzino di Lovere, considerata la lista al completo, si opterà verosimilmente per una soluzione interna. L'albanese, le cui quotazioni sono in rilancio, si giocherà il posto con il palermitano, che interpreta il ruolo in modo più difensivo. Senza dimenticare Buttaro...

Era nell'aria da ormai qualche giorno e adesso è ufficiale: Alberto Almici non è più un giocatore del Palermo. La società ha infatti annunciato la cessione a titolo definitivo alla Spal del terzino di Lovere in un comunicato: "Ad Alberto - si legge - il ringraziamento per il lavoro svolto in rosanero e il miglior in bocca al lupo per la sua carriera da parte del presidente Dario Mirri e di tutta la famiglia del Palermo Fc". La corsa, sostanzialmente già profilata, per la sua successione nel ruolo di terzino destro si apre definitivamente.

Difficile che possa arrivare qualcosa dal mercato, destinato alla chiusura tra sei giorni: con gli slot della rosa tutti occupati prima bisogna cedere qualcuno e poi acquistare e considerati i tempi stretti appare difficile che ci siano margini per un'operazione importante. Decisamente più probabile che per sostituire Almici si opti per una soluzione interna guardando ai profili che sono già in squadra. Il ballottaggio tecnicamente è stato già profilato da Silvio Baldini nell'amichevole contro Marineo e confermato dallo stesso nella conferenza stampa pre-Catanzaro. I due giocatori a contendersi il posto in questo momento sono Masimiliano Doda e Andrea Accardi: profili decisamente diversi che si candidano per una maglia da titolare.

Titolare nel match di ieri sera, nel quale ha disputato nel complesso una buona partita, Doda è l'unico terzino destro puro in questo momento presente nella rosa. Il difensore albanese, finito ai margini durante la gestione Filippi adesso ha la possibilità di diventare protagonista per altro in un ruolo più congeniale alle sue caratteristiche rispetto a quello di quinto di centrocampo. In questo momento le sue quotazioni sono quelle più alte ma l'ipotesi Accardi è tutto fuorché da sottovalutare.

Il difensore palermitano pur nascendo centrale si è sempre adattato con risultati nel complesso buoni a giocare sulle corsie laterali: la sua capacità di spinta non è minimamente equiparabile a quella di Doda ma le sue caratteristiche difensive possono essere funzionali soprattutto nelle sfide contro squadre che fanno del talento offensivo (Avellino, Foggia, Turris, Bari, giusto per citare le più forti) la loro arma principale. In questo ballottaggio si potrebbe però profilare un terzo incomodo: Alessio Buttaro.

Titolare fisso durante la gestione Filippi, lo stopper scuola Roma ha dimostrato di essere un giocatore valido e anche duttile, avendo giocato in più occasioni da esterno con risultati non disprezzabili. Con il passaggio alla difesa a 4 gli spazi al centro rischiano di ostruirsi, specie se Lancini e Marconi dovessero esprimersi con continuità sugli ottimi livelli messi in mostra ieri sera. Come caratteristiche Buttaro si colloca esattamente a metà strada tra Accardi e Doda: più esplosivo del primo e decisamente più difensivo del secondo. Non è da escludere che, tra una sessione e l'altra Baldini possa farci più di un pensierino...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Palermo cede Almici alla Spal, da Doda ad Accardi: quali prospettive per la fascia destra?

PalermoToday è in caricamento