rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Calcio

Non riesce il sorpasso alla Don Carlo Misilmeri: a Ravanusa vince il Canicattì

Nello scontro diretto per la vetta del girone A di Eccellenza la squadra di Lillo Bonfatto vince al Saraceno per 1-0 grazie alla rete al 7' di Benny Iraci al termine di un match combattuto. Mister Utro: "Ripartiamo dal buon secondo tempo"

Domenica amara per la Don Carlo Misilmeri che al Saraceno di Ravanusa deve cedere il passo ai padroni di casa del Canicattì nello scontro diretto per la vetta della classifica. La squadra di Lillo Bonfatto è infatti riuscita ad avere ragione della squadra di Mister Utro vincendo di misura per 1-0.

Alla formazione agrigentina, allenata da Lillo Bonfatto, basta un gol di Benny Iraci dopo sette minuti di gioco per portare a casa tre punti che consolidano il primato dei biancorossi. Un gol nato sugli sviluppi di un calcio d’angolo, con Iraci abile a risolvere una mischia in area di rigore.

È la seconda sconfitta consecutiva, invece, per la Don Carlo Misilmeri. La formazione di Sasà Utro ha dovuto fare i conti, soprattutto nel primo tempo, con un vento a sfavore che non ha agevolato la manovra offensiva. L’unico tentativo porta la firma di Di Giuseppe, con una conclusione a lato. Poi tanto Canicattì che si rende pericoloso soprattutto con un tiro di Raimondi, deviato in calcio d’angolo da Zummo. Il Misilmeri cresce nel secondo tempo, ma non riesce a sfondare il muro difensivo del Canicattì che si conferma tra le migliori difese del campionato.

La squadra resta dunque a quota dodici punti, al quinto posto in campionato. Il Canicattì si conferma in testa portandosi a + 4 sulla Don Carlo assieme alla Mazarese vittoriosa sul Cus Palermo.

Utro: “Penalizzati dal vento, dispiace la sconfitta ma il percorso è ancora lungo”

Il tecnico dei biancorossi Salvatore Utro nel post-partita esprime le sue considerazioni sul match: ““Nel primo tempo abbiamo cercato di trovare le distanze e le misure, il vento non ci permetteva di prendere metri - spiega mr. Utro al termine del match - Nel secondo tempo siamo stati propositivi, abbiamo avuto il pallino del gioco spingendo sull’acceleratore. Purtroppo non siamo riusciti a pareggiarla, ripartiamo dal secondo tempo dove ci siamo messi a giocare con forza e ci siamo divertiti. Siamo rammaricati per le ultime due sconfitte. Abbiamo raccolto meno di quanto meritavamo, ma sappiamo che il percorso è ancora lungo e ci saranno tantissime battaglie. Ripartiamo martedì forti, consapevoli che non ci dobbiamo fermare davanti agli ostacoli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non riesce il sorpasso alla Don Carlo Misilmeri: a Ravanusa vince il Canicattì

PalermoToday è in caricamento