rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Calcio

Non bastano due rigori parati in un minuto: il Cus si arrende in casa al Canicattì

Nonostante i due penalty salvati dal portiere Mortillaro su Iraci tra il 35' e il 36' del primo tempo i biancorossi si impongono nella ripresa per 2-0 grazie alla doppietta di Gueye. Appuntamento rimandato con la vittoria per la squadra di Ferrara

Pomeriggio amaro per il Cus Palermo che al Centro universitario sportivo deve arrendersi al Canicattì di Lillo Bonfatto che si impone per 2-0 al termine di una partita rocambolesca dove è successo veramente di tutto.

I giallorossi sin da subito hanno dovuto fronteggiare la forte spinta offensiva degli avversari, come da loro stile proiettati in avanti alla ricerca del gol, difendendosi con le unghie e con i denti. Un primo brivido è arrivato già al 9' con il palo preso di testa da Iraci. Proprio il capitano dei biancorossi ingaggerà a cavallo tra il 35' e il 36' del primo tempo un duello con Mortillaro. Il portiere cussino, dopo aver disinnescato il primo rigore, si ripete subito dopo respingendo il secondo rigore fischiato per un fallo avvenuto sulla sua respinta precedente proprio su Iraci. Una performance straordinaria quella dell'estremo difensore giallorosso, che però non basta alla sua squadra per mantenere la porta inviolata.

Nel secondo tempo il Canicattì si ricompatta e ricomincia a fare gioco. Al 57’ su iniziativa di Iezzi in contropiede David Gueye riesce a battere Mortillaro da posizione ravvicinata. La squadra di Bonfatto si getta a testa bassa alla ricerca del raddoppio e lo trova al 68' quando Iraci (che aveva preso un palo qualche minuto prima) riesce a servire ancora Gueye che chiude definitivamente i giochi. Da quel momento in poi è tutta discesa per la squadra biancorossa col Cus che tolto un tiro di Di Paola nel finale non si fa praticamente mai vedere dalle parti di Harusha.

L'appuntamento con la vittoria per la squadra di mister Ferrara, unica compagine a non aver ancora centrato i tre punti assieme al Monreale e al Marsala, è rimandato. In virtù di questo risultato il Cus resta fermo a quota tre punti: il Canicattì sale invece a 13 superando provvisioramente la Don Carlo Misilmeri, impegnata domani a Favara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non bastano due rigori parati in un minuto: il Cus si arrende in casa al Canicattì

PalermoToday è in caricamento