Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Calcio

Palermo, Filippi mastica amaro: “Abbiamo giocato solamente gli ultimi dieci minuti”

Il tecnico analizza il pareggio contro il Monterosi: "Ci siamo affidati troppo alla fortuna". Brunori e la gioia del primo gol in rosanero mutilata dal risultato: "Delusi e arrabbiati, ora dobbiamo vincere col Campobasso"

Poca determinazione e incapacità di esprimere gioco: sono queste secondo mister Giacomo Filippi le cause che hanno determinato il pareggio tra Palermo e Monterosi, in una partita in cui i rosanero non sono riusciti a imporsi contro un avversario che invece ha dato il 110%.

Il tecnico rosanero ha sottolineato come la squadra abbia dato dei segnali solamente nel finale di gara: “Della prestazione - ha spiegato - salvo il fatto che negli ultimi minuti c'è stata la voglia di vincere cosa che doveva accadere anche nei primi ottanta minuti; invece, abbiamo aspettato che la sorte ci desse la vittoria, così non è stato. Anche se hai concesso poco, capita l’episodio in cui si può subire gol”.

Filippi ha parlato anche del gioco espresso dalla sua squadra, poco brillante in fase di possesso: “Per lunghi tratti - ha affermato - abbiamo giocato solo la palla lunga. Potevamo fare meglio perché l'avversario ci permetteva di poter giocare sia dentro che esternamente che tra le linee. Lo abbiamo fatto poco e dobbiamo capire perché”.

L’allenatore partinicese ha poi parlato delle difficoltà di Valente nel contenere Cancellieri, autore del gol del definitivo 1-1: “Cancellieri ha giocato bene - ha detto Filippi - Nicola lo ha sofferto ma secondo noi perché non lo aggrediva alto come volevamo per limitare la sua spinta. Quando è passato a sinistra ha fatto bene come Almici a destra. Era un cambio preventivato a prescindere dal gol. La sensazione resta quella che Valente poteva restare più alto e inibire la sua spinta”.

Filippi si è infine soffermato sull’aspetto attitudinale della squadra: “Facciamo fatica nel fare la partita soprattutto fuori casa, nell'essere coraggiosi e padroni del campo. Dobbiamo acquisire la mentalità giusta nel minor tempo possibile. Il campionato va avanti e bisogna fare punti. Dobbiamo mettere in campo quello che sappiamo fare con la giusta determinazione: se non lo facciamo avremo delle difficoltà”.

Brunori: “Spero di segnare con più continuità”

Per Matteo Brunori la gioia del primo gol in campionato è stata mutilata dal risultato finale che ha parzialmente vanificato il suo bel colpo di testa nel primo tempo: “Sono felice di essermi sbloccato - ha spiegato - ma ovviamente siamo delusi e arrabbiati perché queste partite bisogna cercarle di portare a casa ma siamo sulla strada giusta; abbiamo subito una gara mercoledì per poter riprendere il cammino”.

Il numero 9 rosanero si augura di trovare adesso continuità sotto porta: “Spero -ha detto - di poter cominciare a segnare con più continuità. Quando ti sblocchi prendi fiducia e spero di far bene e di portare a casa risultati insieme a tutta la squadra”

Brunori ha infine parlato del periodo vissuto dalla squadra in questo momento: “Io credo che non si sia spenta la luce. Vivendo lo spogliatoio e gli allenamenti la squadra è viva e ha voglia. Bisogna ripartire subito con i fatti, mercoledì giochiamo e dobbiamo vincere”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo, Filippi mastica amaro: “Abbiamo giocato solamente gli ultimi dieci minuti”

PalermoToday è in caricamento