rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Calcio

Marineo vince 3-1 contro Monreale, Tomasello: "Successo importante, ora vogliamo arrivare più in alto possibile"

Grazie al rigore di capitan Maggio nel primo tempo e alle reti di Sanyang e Di Peri i biancorossi vincono e salgono a quota 37 punti

Seconda vittoria nel girone di ritorno per l'Oratorio San Ciro e Giorgio che al Comunale di Marineo batte il Monreale nel derby palermitano per 3-1 al termine di una gara combattuta. Buono dunque si sta rivelando l'impatto di mister Tomasello. Nel primo tempo i biancorossi sono riusciti a sbloccare la partita grazie al rigore di capitan Maggio al 29' non trovando però l'affondo decisivo per chiudere il match.

Nella ripresa gli ospiti crescono di giri ed hanno l'occasione per pareggiare con un rigore: dal dischetto Namio si fa ipnotizzare da Ceesay, che si conferma uno specialista nel fermare i tiri dagli undici metri. Nel finale i biancorossi prendono il largo grazie ai gol di Sanyang e Di Peri, arrivati prima del gol della bandiera monrealese firmato al 90' da Gnoffo. In virtù di questo risultato i biancorossi salgono a centrogruppo del girone A di Eccellenza quota 37 punti.

Il tecnico del Marineo ha espresso a fine partita le sue considerazioni sul match e sul proseguo del campionato: "Siamo contenti - afferma a PalermoToday - oggi era importante vincere e lo abbiamo ottenuto. Specie nel primo tempo la squadra ha costruito tante palle gol ed il risultato poteva essere messo al sicuro prima e non chiudere  la prima frazione sull'1-0. Così nel secondo tempo  prima di chiuderla e portarci sul 3-0, il nostro portiere è stato provvidenziale nel parare un rigore che poteva complicare una partita mai in discussione. La quota salvezza è stata raggiunta ora l'obiettivo è chiudere il campionato il più in alto possibile per dare le giuste soddisfazione a tutto l'ambiente".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marineo vince 3-1 contro Monreale, Tomasello: "Successo importante, ora vogliamo arrivare più in alto possibile"

PalermoToday è in caricamento