rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Calcio

Il Lascari-Cefalù batte il Villabate e vola al secondo posto, Zappavigna: "Orgoglioso di questo grande gruppo"

Al Santa Barbara i giallorossi piegano le resistenze degli avversari grazie alla rete del solito Sferruzza, capocannoniere del girone A di Promozione, e superano il Gangi sconfitto dal Resuttana

Continua il percorso brillante della Polisportiva Lascari-Cefalù nel girone A di Promozione. Il club giallorosso tra le mura amiche del Santa Barbara contro il fanalino di coda Villabate riesce a imporsi per 1-0 conquistando il terzo successo consecutivo: una vittoria che vale il secondo posto in classifica a quota 22 punti a tre lunghezze dal Resuttana San Lorenzo.

Nel primo tempo le due squadre si limitano a vicenda con i padroni di casa che si rendono pericolosi con due tentativi dalla distanza di Fazio sventati da Tinnirello. Nella ripresa arriva l'episodio che scrive la storia del match: al 61' Sferruzza, che poco prima aveva fallito un'occasione da gol, si riscatta battendo il portiere avversario con un colpo di testa su un cross di Lo Bianco. Nel finale i giallorossi non riescono a trovare l'affondo del raddoppio rimanendo in 10 per l'espulsione di Ventura ma alla fine riescono a portare a casa il risultato.

Il tecnico del Lascari-Cefalù Ferdinando Zappavigna ha espresso le sue considerazioni sulla partita: "Il risultato parla chiaro -afferma a PalermoToday - era una partita difficilissima perché giocare contro questo Villabate è difficile: è una squadra ben messa in campo con giovani importanti che hanno trascorsi in categorie superiori. Loro sono venuti prendendo bene le contromisure: sicuramente abbiamo peccato con qualche tocco in più piuttosto che prediligere il pareggio e non siamo stati lucidi lì davanti anche se il loro portiere ha fatto due interventi importanti nel primo tempo. Si poteva sbloccare forse prima con qualche episodio dubbio in area non ravvisato dall’arbitro ma questo non importa. L’innesto nella ripresa di Zangara ci ha dato una grossa mano in attacco e il reparto offensivo ne ha giovato con azioni importanti di Lo Bianco e Sferruzza, che alla fine ha sbloccato la partita. Dispiace per il finale, che chiudiamo ancora una volta in 10 per un contatto veniale probabilmente interpretato male dal guardalinee e questo va a compromettere la partita successiva: questo succede da quattro-cinque partite e noi in primis dobbiamo cercare di evitare queste situazioni e finire le partite in 11, in questi momenti si devono curare i particolari".

L'allenatore giallorosso si è poi soffermato su una classifica che consacra la sua squadra come una delle realtà più interessanti di questo campionato: "Sicuramente stare a tre punti dal Resuttana che non c’entra nulla con questa categoria - conclude - è motivo di orgoglio e sarei falso se non evidenzierei ciò che stiamo facendo. Ci inorgoglisce ma i meriti vanno a questo gruppo di ragazzi che sta lavorando con voglia di raccogliere i frutti del suo impegno, alle due società che si sono unite puntando sui ragazzi del circondario. Ci fa piacere perché nessuno avrebbe scommesso un euro su questa posizione di classifica guardando il blasone delle squadre che sta dietro, penso al Gangi, alla Folgore allo stesso Casteldaccia, tutte società che con questo mercato faranno qualcosa per sprintare nel girone di ritorno. Questo a me non interessa, io punto sempre per filosofia al gruppo con cui inizio e la fiducia data in apertura di stagione per adesso è ricambiata dai risultati ma soprattutto dall’attaccamento che hanno nei confronti dell’ambiente e dal loro senso di appartenenza. Noi non cambieremo nulla: andremo avanti per la nostra strada puntando su questi ragazzi che passo dopo passo vogliono raccogliere il massimo dalle partite che si affrontano col massimo dell’impegno”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lascari-Cefalù batte il Villabate e vola al secondo posto, Zappavigna: "Orgoglioso di questo grande gruppo"

PalermoToday è in caricamento