rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Calcio

Il Casteldaccia vince anche a Cammarata e centra la sesta vittoria di fila: consolidato il secondo posto

Al Comunale i granata si impongono contro il Kamarat nella ripresa grazie ai gol di capitan Ribaudo e Monti. Mister Pagano: "Bella prova in un campo ostico, in questo campionato non si può sbagliare nulla"

Sesto successo consecutivo (nonché decimo risultato utile di fila) per il Casteldaccia che a Cammarata si impone per 2-0 confermando di essere l’unica squadra che al momento può provare  a tenere la scia del Resuttana San Lorenzo nel girone A di Promozione.

I granata dopo un primo tempo tirato sono riusciti a prendere il largo nella ripresa. Al 55’ capitan Ribaudo trasforma il penalty del vantaggio guadagnato in precedenza da Monti. Dopo un’occasione eclatante che ha visto il portiere del Kamarat Zabbia salvare prima su Montalbano e poi su Monti. Al 66’ Panepinto ha una buona occasione ma fallisce il gol del pari. Dieci minuti dopo Monti finalizza un contropiede su assist dalla destra di Prestifilippo segnando il definitivo 2-0. I granata si confermano al secondo posto a meno quattro dalla capolista.

Il tecnico del Casteldaccia Giuseppe Pagano ha espresso le sue considerazioni sul match, elogiando la squadra: "È stata una bella prova dei ragazzi,-afferma a PalermoToday - una prova di carattere in un campo ostico e difficile: sappiamo che nel girone di ritorno le sfide contro le squadre che devono salvarsi sono più difficili perché le gare si riducono e le squadre giocano col coltello tra i denti: non a caso in tutte le categorie escono risultati in cui le squadre di bassa classifica battono quelle di vertice che possono sembrare eclatanti ma il calcio è anche questo. Non l’abbiamo presa sottogamba, è stata una partita difficile in cui abbiamo dato tutto. Nel primo tempo abbiamo avuto qualche occasione per sbloccarla non riuscendoci: nella ripresa abbiamo avuto altro piglio, sbloccandola su calcio di rigore e chiudendola in contropiede".

L'allenatore granata ha comunque sottolineato come ancora la strada sia lunga: "Adesso siamo molto più quadrati ma le difficoltà non mancano in questo campionato - ha concluso - anche se di settimana le forze del campionato si delineano resta una lotta agguerrita tra 7-8 squadre che vogliono arrivare ai play-off ma i posti sono solo cinque. Questo è un campionato bello con squadre di tradizione ma anche con realtà come Resuttana e anche noi che vogliamo attestarci ad essere una buona realtà. Certo è che chi vuole arrivare nei primi cinque posti deve farcela con le sue forze senza sperare in passi altrui che difficilmente arrivano se non in qualche scontro diretto in cui è normale che qualcuno perde punti. La classifica è cortissima: il Lascari-Cefalù dopo due sconfitte ha perso terreno dopo che era secondo come è successo anche al Gangi. Non si può sbagliare, il bello è anche questo: si deciderà tutto in futuro. Noi siamo contenti, siamo in un buon stato di forma: ci prepariamo alla battaglia in Coppa contro un Raffadali in grande spolvero".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Casteldaccia vince anche a Cammarata e centra la sesta vittoria di fila: consolidato il secondo posto

PalermoToday è in caricamento