Sabato, 20 Luglio 2024
Calcio

Palermo, Damiani studia da Genio: "Grande rapporto con Corini, e quanti consigli che mi dà"

Le parole del centrocampista rosanero che col Pisa ha giocato titolare: "E' stata una delle migliori partite da parte nostra, abbiamo dominato e potevamo chiuderla già nel primo tempo. Poi nella ripresa siamo stati sfortunati a subire il gran gol di Sibilli. Ma non ci abbattiamo, in questo campionato è importante non perdere"

E' arrivato a Palermo più di un anno fa ma si è ambientato subito ed è entrato nel cuore dei tifosi: Samuele Damiani ha tracciato un bilancio del momento attuale dei rosanero in un'intervista al sito ufficiale. Il centrocampista si è soffermato sul pari amaro di Pisa, sul prossimo match in trasferta contro il Cittadella, sul suo rapporto con Eugenio Corini.

“Sabato contro il Pisa è stata una delle migliori partite da parte nostra - ha esordito Damiani - soprattutto dal punto di vista collettivo. Abbiamo dominato, sia in fase di non possesso che in fase di palleggio: potevamo chiuderla già nel primo tempo, nella ripresa siamo stati sfortunati a subire il gran gol di Sibilli. È stato comunque un punto utile, dà fiducia, in questo campionato è importante non perdere. In questa squadra siamo tutti titolari, credo che questo sia il segreto per fare un campionato di spessore: avere una rosa di grande qualità aiuta molto le prestazioni".

Palermo, per diventare grandi e sognare bisogna imparare a chiudere le partite

A Pisa l'ennesimo esodo della stagione da parte dei sostenitori palermitani: Damiani ha voluto elogiare pubblicamente il tifo organizzato rosanero: "I tifosi non sono più una sorpresa - ha dichiarato il centrocampista - ci seguono in trasferta sin dalla prima partita. Contro il Cittadella sarà molto difficile, loro in casa esprimono un buon calcio: hanno due, tre singoli in grado di fare la differenza".

Damiani ha anche rivelato i consigli quotidiani che riceve, in allenamento, dal tecnico Eugenio Corini: uno che ha interpretato, in passato, il suo ruolo alla perfezione. "Col mister ho un rapporto di grande fiducia - ha detto Damiani - mi dà consigli utili sulla fase di  non possesso: il fatto che lui da calciatore abbia ricoperto il mio ruolo è molto importante. Io nasco come giocatore abile in fase di possesso ma devo crescere nell’altra fase, mettendo più cattiveria in fase di interdizione: lavoriamo su questo aspetto giorno dopo giorno".

Damiani arrivò lo scorso anno, durante il mercato di riparazione di gennaio: Baldini lo conosceva benissimo e lo volle per disputare un girone di ritorno importante. Il play ex Empoli ha dato un contributo significativo per la promozione in serie B: "Sono qui a Palermo ormai da più di un anno, quando a gennaio di un anno fa è arrivata la chiamata non ho avuto dubbi: conoscevo il valore della piazza e della squadra. L’avvento del City group è stato molto importante, la città e la squadra vogliono fare qualcosa di grande in futuro. Il mio rapporto con la città è stato, sin dall’inizio, ottimo: mi sono trovato subito bene. Il clima è perfetto, anche nelle giornate più fredde poi appena esce il sole è possibile fare delle passeggiate, soprattutto a Mondello. Infine, ci tengo a dire che qui si mangia veramente bene!".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo, Damiani studia da Genio: "Grande rapporto con Corini, e quanti consigli che mi dà"
PalermoToday è in caricamento