rotate-mobile
Calcio

Il Gangi ne fa sei al Raffadali e prende la scia del Resuttana, Comito: "Giocato il miglior primo tempo dell'anno"

Al Raimondi i biancorossi si portano sul 4-0 già nel primo tempo, gestendo la gara nella ripresa. A meno di una settimana dallo scontro diretto la vetta dista solo un punto

Il Gangi si lascia alle spalle il passo falso nel derby contro Lascari-Cefalù vincendo al Raimondi lo scontro contro un avversario ostico come il Raffadali vincendo per 6-4: un punteggio che non rende del tutto l’idea della storia della partita, che ha visto i biancorossi sempre in controllo totale del match. Già nel primo tempo il club madonita sentenzia il match: al 12’ Marrone apre le danze con una conclusione al termine di una combinazione interessante che non lascia scampo a Calogero Priolo; dieci minuti dopo Aiello raddoppia finalizzando il più facile dei gol. Poi sale in cattedra Rosone, che con due gol da rapace d’area porta la squadra sul 4-0.

Nella ripresa i biancorossi segnano il 5-0 con una zuccata di Patti: il gol punge nell’orgoglio Raffadali che riduce sensibilmente il passivo con due bei gol da fuori di Canalicchio e Giuseppe Priolo (su punizione) e Curaba. All’86’ Venuti mette definitivamente in ghiaccio la partita superando Calogero Priolo con uno scavetto. La rete di Bamba al 90’ fissa il risultato sul 6-4 finale. Una vittoria tanto pirotecnica quanto pesante per il club madonita che accorcia a meno uno sulla capolista del girone A di Promozione Resuttana San Lorenzo a meno di una settimana dallo scontro diretto di Piano Stoppa.

Il tecnico del Gangi Giovanni Comito ha espresso le sue considerazioni sulla storia del match: ”Oggi  è stata una bella partita -afferma a PalermoToday -Nel primo tempo siamo andati sul 4-0, poi nella ripresa abbiamo trovato il quinto gol. Da quel momento in poi c’è stato un calo di tensione, con l’ingresso di gente che ha giocato poco: di conseguenza gli avversari ci hanno messo un po’ in difficoltà anche se la partita non è mai stata in discussione. Penso che abbiamo giocato il primo tempo della stagione”.

La testa dell’allenatore biancorosso adesso è tutta alla partita di sabato: “Ora ci prepariamo alla sfida contro il Resuttana, alla quale arriviamo senza tanti uomini di chiave: ieri ho perso Alosi dopo mezz’ora e non ci saranno né Albeggiano, né Ferrera né Viscuso. Ce la andremo a giocare lo stesso a viso aperto senza fare barricate per quella che sarà una bella giornata di sport: andremo ad affrontare una squadra attrezzata ma noi non siamo da meno. Non penso che sarà decisiva per le sorti del campionato perché con il mercato le cose possono cambiare e in generale c’è equilibrio: il Casteldaccia sta rientrando, la Folgore non molla, il Lascari è lì. Sarà un campionato sul filo del rasoio”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Gangi ne fa sei al Raffadali e prende la scia del Resuttana, Comito: "Giocato il miglior primo tempo dell'anno"

PalermoToday è in caricamento