rotate-mobile
Calcio

Sconfitta beffarda per il Partinicaudace a Gangi: i neroverdi tornano in zona playout

Al Raimondi i neroverdi perdono per 2-1 nei minuti di recupero dopo aver tenuto il pallino del gioco per tutta la gara. Il tecnico Adragna: "C'è rammarico perché alla prestazione non segue il risultato ma siamo stati penalizzati dall'arbitraggio"

Al Raimondi di Gangi contro la forte squadra locale il Partinicaudace esce sconfitto di misura per 2-1 cadendo solo nei minuti finali: un risultato di per sé anche onorevole che risulta però beffardo contestualizzato alla storia di una partita che ha visto i neroverdi tenere il pallino del gioco e creare tante occasioni. I neroverdi in virtù di questo risultato vengono superati dal Kamarat, vittorioso sul Villabate e tornano in zona play-out nel girone A di Promozione: la scontro tra le due squadre in programma sabato prossimo al campo San Salvatore sarà uno snodo cruciale.

La squadra di Vincenzo Adragna è partita a spron battuto confezionando diversi pericoli, su tutti il palo preso da Russo, finendo però per passare in svantaggio al 35’ su un rigore trasformato da Cardinale. Dopo l’1-0 i neroverdi si sono gettati in avanti per trovare il pareggio, riuscendoci al 75’ proprio con Russo che insacca in area un assist servito da Alessandro Scrozzo. Nel finale, dopo aver cercato di vincere la partita, il Partinicaudace cade sul filo di lana in virtù del bel gol di Patti, che dopo un rovesciamento di fronte elude la marcatura di due difensori e batte Versaci con un tiro elegante.

Il tecnico del Partinicaudace ha espresso il suo rammarico per il risultato finale sottolineando i meriti della squadra e criticando l’arbitraggio: “C’è molto rammarico per la prestazione perché la squadra sta giocando un ottimo calcio -afferma a PalermoToday - ma non sta raccogliendo quello che semina. Ci siamo confrontati contro una delle squadre più attrezzate di questo campionato: la partita ha detto che siamo stati superiori, abbiamo colpito un palo e una traversa, il loro portiere è stato il migliore in campo. Loro sono passati in vantaggio su rigore che non ho visto bene ma che se l’arbitro ha fischiato era giusto: era altrettanto giusto però dare due rigori a noi per dei falli ancora più netti con due giocatori lanciati a rete falciati, non capisco come si possa far finta di niente. Detto ciò, le prestazioni sono buone, ci arrivano i complimenti ma a noi servono i punti. Di buon auspicio c’è comunque il fatto che la squadra sta giocando bene”.

Adragna nel sottolineare la decisività di questo mese di Marzo per la stagione neroverde, si augura che le prestazioni possano essere suffragate dal risultato: “Adesso ci giochiamo nelle prossime quattro partite - conclude -gran parte della nostra salvezza: sabato incontriamo il Kamarat e dobbiamo vincere per forza, poi un altro scontro diretto contro Villabate in trasferta e poi riceviamo Casteldaccia e Fulgatore. Spero solamente che tutto quello che di buono stiamo facendo venga gratificato dal risultato pieno: mi dispiace soprattutto per loro che si stanno impegnando e stanno assimilando le nostre idee. Col Gangi è mancato solo il risultato, il pareggio sarebbe stato comunque stretto: non mi voglio aggrappare agli episodi ma purtroppo quando abbiamo preso il gol avevamo un giocatore coi crampi, avevamo chiesto il cambio ma l’arbitro non ce l’ha concesso”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sconfitta beffarda per il Partinicaudace a Gangi: i neroverdi tornano in zona playout

PalermoToday è in caricamento