rotate-mobile
Calcio

Il Gangi batte Carini e va in testa, Comito: "Questa è la vittoria di tutti, data una grande dimostrazione di forza"

Senza otto giocatori la squadra madonita si impone per 3-2 sui rossoblù al termine di una partita tirata decisa dai gol di Trapani, Aiello e Patti con il portiere Fagone decisivo nello sventare le iniziative avversarie. Agganciato il Resuttana San Lorenzo a quota 18 punti in vetta al girone A di Promozione

Il Gangi si lascia alle spalle l’eliminazione in Coppa Italia e riprende la sua marcia in campionato dove resta l’unica compagine imbattuta del Girone A di Promozione nonché capolista. Al Raimondi infatti la squadra madonita, in assetto rimaneggiato, si impone per 3-2 sul Città di Carini, agganciando così il Resuttana San Lorenzo in vetta alla classifica del girone A di Promozione.

Come suggerisce il risultato è stata una partita combattuta che il Gangi ha avuto il merito di incanalare sul suo binario già nel primo tempo. Il vantaggio è stato siglato da Trapani al 17’ con un colpo di testa sugli sviluppi di un corner; sempre su calcio d’angolo arriva il raddoppio di Aiello, che ribadisce in rete un suo tentativo precedentemente strozzato. In mezzo ci sono delle parate importanti del portiere Fagone che salva il risultato su due iniziative di Gallina.

Nella ripresa il Gangi trova la rete del 3-0 grazie a Patti che in campo aperto brucia l’estremo difensore rossoblù Giangreco con un tiro piazzato. Il Città di Carini, che ha giocato la sua partita rendendosi più volte pericoloso, riesce ad accorciare le distanze alla mezz’ora con Zingale, che dopo una bella serpentina riesce da posizione defilata in area a battere un Fagone sino ad allora insuperabile. Nel finale di partita i biancorossi, che perdono per infortunio i difensori Arena e Zarcone, subiscono il gol del 3-2 con Candela che insacca da pochi passi un cross dalla sinistra. La dote accumulata è però sufficiente per celebrare la vittoria.

Il tecnico del Gangi Giovanni Comito a fine partita ha espresso tutta la sua soddisfazione per questo risultato: “Questa è una vittoria importante - afferma a PalermoToday un successo di gruppo che dà morale e un senso di forza. Oggi mancavano otto giocatori e il gruppo ha dimostrato la forza: nel momento di difficoltà è venuto fuori. È stata la vittoria delle seconde linee, del gruppo, dell’ambiente, dello staff, di tutti: abbiamo buttato il cuore contro l’ostacolo. Oggi ci siamo portati sul 3-0 una partita condotta bene contro un grande Carini, questo va sottolineato: abbiamo avuto poi altri due infortuni nel reparto centrale. Alla fine, abbiamo vinto e ci godiamo questa giornata”.

L’allenatore biancorosso non fa invece particolari celebrazioni per la vetta, preferendo portare l’attenzione già al prossimo impegno: “Il primato non ci interessa - conclude - ci sono altre squadre che devono vincere il campionato, noi facciamo la corsa su noi stessi. In Coppa Italia siamo usciti alla fine per un gol, rimane il rimpianto di non essercela giocata con tutti gli effettivi: pazienza, ci abbiamo messo una pietra sopra. Ci godiamo la vittoria, da martedì pensiamo alla delicata trasferta di Lascari, altra squadra compatta, anche se ha perso nell’ultimo turno, venderà cara la pelle”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Gangi batte Carini e va in testa, Comito: "Questa è la vittoria di tutti, data una grande dimostrazione di forza"

PalermoToday è in caricamento