rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Calcio

La Supergiovane Castelbuono espugna Fulgatore: la salvezza diretta non è più un'utopia

I nero-oro si sono imposti 3-1 grazie ai gol di Rosone, Di Domenico e Di Salvo, agganciando il Kamarat a quota 21 e portandosi a una lunghezza dal Partinicaudace. Mister Marandano: "Orgoglioso di questo gruppo, Casteldaccia sarà una sfida decisiva"

Ieri pomeriggio a Fulgatore la Supergiovane Castelbuono ha regalato la sorpresa di giornata strappando un successo esterno per 3-1 contro i biancoblù, candidati alla zona play-off e capaci in questa stagione di battere squadre come Gangi e Resuttana San Lorenzo. Un successo pesante quello ottenuto dalla squadra di Salvatore Marandano: con la retrocessione del Villabate in Prima Categoria dopo la sconfitta contro Lascari i nero-oro erano già certi dei play-off ma con questo colpo esterno, che li porta a 21 punti a pari merito col Kamarat (ma con lo scontro diretto a favore), la zona tranquillità del girone A di Promozione dista solo un punto a due partite dal termine.

I nero-oro hanno sbloccato la gara dopo pochi minuti grazie al gol di Rosone in mischia su un corner battuto da Pappalardo. I padroni di casa hanno reagito subito e un minuto dopo aver fallito un’occasione di testa con Spanò, sono riusciti a pareggiare al 21’ con Visco che ha segnato di testa sempre sugli sviluppi di un calcio d’angolo. La squadra biancazzurra ha provato poi a passare in vantaggio non riuscendo però a concretizzare le occasioni che ha avuto. Al 55’ la Supergiovane trova l’episodio che indirizza il match: dopo una bella azione personale Rosone viene atterrato in area con l’arbitro che fischia il rigore. Dal dischetto Di Domenico non sbaglia. Il Fulgatore dopo lo svantaggio ha continuato ad attaccare a testa bassa prendendo anche una traversa con Cardella: i nero-oro sono riusciti a preservare il vantaggio chiudendo definitivamente la questione al 73’ con Di Salvo, bravo a recuperare palla sull’ultimo uomo in campo aperto e a involarsi in porta battendo a tu per tu l’estremo difensore Guaiana.

L’allenatore-giocatore della Supergiovane Castelbuono (ieri presente solamente nelle vesti di tecnico) ha espresso le sue considerazioni sul match e sul valore che assume la vittoria nel percorso stagionale della squadra: “Siamo felici perché abbiamo fatto un altro passo verso il miracolo sportivo - afferma a PalermoToday - siamo partiti a ottobre dell’anno scorso rimaneggiati e con grandi difficoltà: abbiamo rifondato una squadra che oggi da veramente soddisfazioni importanti alla collettività castelbuonese e alla società che ha creduto in tutti i giocatori e in me nel doppio ruolo. Questa è la vittoria del gruppo, un successo che mi rende orgoglioso di allenare questo gruppo fatto di uomini veri e persone per bene. Adesso siamo grazie al lavoro di squadra e ai sacrifici fatti da tutti a un passo dalla speranza di una salvezza diretta. Sono orgoglioso e faccio i miei complimenti più sinceri ai ragazzi e spero di poter vivamente raggiungere l’obiettivo della salvezza. Tutto passerà dalla trasferta di Casteldaccia dove daremo il massimo ma intanto ci godiamo il successo contro il Fulgatore, che non ha bisogno di presentazioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Supergiovane Castelbuono espugna Fulgatore: la salvezza diretta non è più un'utopia

PalermoToday è in caricamento