rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Calcio

Parmonval, parola a capitan Rappa: “Siamo un gruppo solido che sta superando le difficoltà”

La bandiera biancazzurra è giunta alla decima stagione, la settima consecutiva, con la società palermitana: “Per me che sono di Partanna questa squadra è tutto”. Sulla sfida di domenica a Casteltermini: “Scontro importantissimo, loro daranno tutto noi ma noi non saremo da meno"

Dopo un inizio di stagione condizionato da un infortunio durante la preparazione Salvatore Rappa nelle ultime uscite è tornato a prendere le redini del centrocampo della Parmonval. Il capitano della squadra biancazzurra è pronto, dunque, a guidare la squadra al raggiungimento dell’obiettivo salvezza dopo un inizio di stagione che, nonostante le difficoltà dovute alle assenze iniziali, è comunque in linea con il target del club.

Per Rappa, cresciuto nella società biancazzurra, questa è la settima stagione consecutiva con la squadra nonché la decima in totale con la prima squadra: “Essere alla Parmonval per me è tutto - racconta a PalermoToday - io sono nato a Partanna, mia madre a Mondello e mio padre a Valdesi: è un qualcosa che mi appartiene e che sento dentro di me. L’ambiente mi ha sempre voluto bene, a inizio carriera ho fatto esperienze in altre categorie ma appena sono sceso a Palermo sono tornato a casa, perché la Parmonval è casa mia. Sono capitano da tanti anni, è una responsabilità che mi prendo perché la Parmonval oltre che essere una famiglia è una parte di me”.

Senza dubbio uno dei giocatori esperti dell’Eccellenza, categoria in cui ha militato di fatto per tutta la carriera, il capitano della Parmonval ha espresso le sue considerazioni in merito al girone A, quest’anno particolarmente difficile: “Come si è visto anche nelle squadre piccole ci sono giocatori validi - spiega - in questo campionato non c’è una squadra materasso. Il fatto che ad oggi la squadra più ‘debole’ dovrebbe essere una squadra espressione di una piazza importante come il Marsala la dice lunga sulla competitività del campionato. Per il resto parliamo di una competizione livellata: come manca la squadra materasso manca anche l’ammazza campionato. Quest’anno il livello è alto ed è bellissimo: un campionato così non si vedeva da anni ed è una sfida stimolante. Ogni domenica affronti sfide importanti giocando squadre di blasone. Ci sono realtà importanti che hanno speso tanto facendo tanti sacrifici per fare un salto di qualità e ci sono squadre come la nostra che possono fare lo sgambetto a compagini più attrezzate. Noi come sempre vogliamo prima raggiungere la salvezza e poi divertirci il più possibile”.

Rappa ha poi analizzato l’inizio di stagione della squadra: “La nostra è stata una partenza che si può definire diesel. È mancato qualcosa in determinate partite ma abbiamo avuto diverse difficoltà ad inizio stagione per gli infortuni: quando ti devi salvare e nel percorso perdi diversi tasselli per infortuni tra veterani e giovani parti con un limite e non è sicuramente facile. Il gruppo però per fortuna è forte e stiamo superando le difficoltà. Io sto gradualmente riprendendo la condizione come anche gli altri infortunati: credo sia giunto per noi il momento per lasciarci alle spalle le difficoltà. Adesso però con l’arrivo di Carioto e il recupero degli infortunati sono convinto che già da domenica cominceremo a dire la nostra”.

Il capitano biancazzurro ha infine espresso le sue considerazioni in merito allo scontro diretto di domenica che vedrà la Parmonval impegnata in trasferta contro Casteltermini: “Ci dispiace per la Coppa Italia, ci tenevamo a passare il turno e ci abbiamo provato: purtroppo non ci siamo riusciti ma non è semplice essere attrezzati per due competizioni e alla lunga si fa fatica a reggere il doppio impegno. Ora pensiamo alla partita di domenica per noi importantissima: uno scontro diretto contro una squadra che venderà cara la pelle e che arriva da un risultato positivo con la Mazarese, squadra attrezzata con cui vincere fuori casa non è facile come non sarà facile vincere per noi a Casteltermini. Loro la prepareranno molto bene perché vorranno fare i punti visto che giocano in casa. Per altro hanno un mister come La Bianca che conosce benissimo la categoria come anche noi essendo palermitano e quindi la prepareranno a mille: noi non saremo sicuramente da meno. Dobbiamo fare punti, visto che ne abbiamo perso qualcuno, per quanto poi se penso per esempio alla partita contro la Nissa persa al 95’ si è visto che abbiamo dimostrato l’atteggiamento giusto non demeritando sotto il profilo del gioco contro una squadra molto attrezzata”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parmonval, parola a capitan Rappa: “Siamo un gruppo solido che sta superando le difficoltà”

PalermoToday è in caricamento