Calcio

Alla scoperta di Liberto, il nuovo ariete della Parmonval: "Mi ispiro a Mandzukic, convinto dalle ambizioni del club"

Il centravanti palermitano classe 1998 ha segnato nella gara d'esordio persa sul gong contro la Nissa: "La sconfitta brucia non meritavamo di perdere". Sulla sfida di domenica prossima contro Marineo: "Ci stiamo preparando bene, possiamo farcela"

Il centravanti della Parmonval Danilo Liberto con il Dg Castronovo (Foto FB Parmonval)

Tra i nuovi volti della Parmonval in questa stagione c’è l’attaccante palermitano classe 1998 Danilo Liberto. Arrivato in biancazzurro poche settimane fa Liberto, dopo aver debuttato in Coppa Italia contro il Cus, ha giocato da titolare la prima di campionato contro la Nissa, segnando all'esordio.

Centravanti di ruolo con diverse presenze in Serie D, Liberto si è inserito nel reparto avanzato della squadra di mister Rinaudo. È lo stesso Liberto a spiegare quelle che sono le sue caratteristiche: “Sono un lottatore - spiega il giocatore a PalermoToday - faccio a sportellate con la difesa avversaria, proteggo palla, faccio salire la squadra e mi piace molto attaccare la profondità. Il giocatore a cui mi ispiro è Mario Mandzukic, un vero guerriero in campo”.

L’attaccante palermitano sembrava destinato a militare in Serie D fino a quando non ha deciso di sposare il progetto Parmonval: “Quando mi ha chiamato il direttore Castronovo - racconta -ancora ero su a Bologna in una squadra di serie D, il Progresso Calcio. Il direttore mi ha parlato un po’ delle ambizioni del club e dopo qualche giorno ho accettato la proposta”.

Alla prima in campionato Liberto ha trovato subito la via del gol segnando nel recupero la rete del provvisorio pareggio con la Nissa. Una gioia vanificata dal gol sul gong del centravanti biancoscudato Matera: “Sono rimasto molto amareggiato - afferma - anche perché fa veramente male perdere al 95’ dopo avere segnato al 92’ il pareggio, che sarebbe stato tra l’altro il risultato più giusto. Per quanto riguarda la squadra nonostante i cinque infortunati abbiamo giocato un’ottima partita sotto tutti i punti di vista anche se c’è ancora tanto da migliorare”.

La prestazione contro la compagine nissena è secondo Liberto il punto di partenza in vista del prossimo impegno della Parmonval, impegnata in trasferta contro l’Oratorio San Ciro e Giorgio: “Il Marineo - conclude Liberto - ha un organico di tutto rispetto, stiamo preparando bene la partita e di certo non sarà una passeggiata, ma sono convinto che se giochiamo come lo scorso match, alzando un po’ l’asticella possiamo portare a casa i tre punti, dipenderà tutto da noi”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla scoperta di Liberto, il nuovo ariete della Parmonval: "Mi ispiro a Mandzukic, convinto dalle ambizioni del club"

PalermoToday è in caricamento