rotate-mobile
Calcio

Eccellenza, il Castellammare beffa la Parmonval nei minuti finali

Al Lo Monaco di Mondello le due squadre si affrontano a muso duro in una partita dai toni agonistici alti. Al vantaggio segnato direttamente su calcio d'angolo nel primo tempo da Cardinale risponde Bartolo Caronia. Nella ripresa la magistrale punizione segnata dallo stesso Cardinale condanna i biancazzurri alla sconfitta

Si conferma ancora una volta un tabù il Castellammare per la Parmonval che oggi pomeriggio esce dal Lo Monaco con tanta amarezza. La società di Mondello è infatti stata sconfitta per 2-1 dagli uomini di mister Mione, al termine di una partita molto tirata dai contenuti agonistici alti decisa dagli episodi.

Nel primo tempo il Castellammare sblocca la partita dopo dieci minuti con Cardinale che realizza direttamente da calcio d’angolo un “gol olimpico”. La rete tanto suggestiva quanto probabilmente fortuita inizialmente ha un forte impatto sui padroni di casa che però con il passare dei minuti cominciano a salire di giri alzando il baricentro fino a trovare il gol del pari. Su un bel lancio di capitan Rappa, Cincotta scende sulla sinistra, entra in area e mette palla in mezzo: sulla respinta corta di Di Paola Bartolo Caronia è lesto nel colpire la sfera in tap-in segnando così il suo terzo gol stagionale.

Nella ripresa la Parmonval prova a schiacciare indietro gli avversari, che però sono ben organizzati e riescono a contenere i padroni di casa. I toni agonistici della partita, sin da subito molto alti salgono ulteriormente con l’arbitro che tira fuori diversi cartellini. Si crea in campo una simmetria che può essere rotta solamente da un episodio. Questo arriva all’88’ e porta nuovamente la firma di Cardinale che su punizione disegna una traiettoria velenosa che bacia la traversa varcando la linea della porta difesa da Brocco. Il gol del Castellammare è come una doccia gelida per la Parmonval che durante l’infruttuoso forcing finale rimane in dieci per l’espulsione di La Mattina dopo il secondo giallo.

Per la squadra di Mondello è grande l’amarezza al termine di una partita in cui per quel che si è visto il pareggio sarebbe stato sicuramente il risultato più giusto. I biancazzurri restano dunque fermi in classifica a quota sei, sempre vicini alla zona calda della classifica. Il Castellammare, che si conferma una macchina da guerra in trasferta, sale provvisoriamente in testa a quota 13 superando la Don Carlo Misilmeri domani impegnata contro il Canicattì nel big match della settima giornata.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eccellenza, il Castellammare beffa la Parmonval nei minuti finali

PalermoToday è in caricamento