rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Calcio

Eccellenza girone A, ultima di campionato: Akragas in serie D, Resuttana San Lorenzo salvo

I nerorosa, sconfitti all'Esseneto 2-0 nella gara che regala la promozione ai biancazzurri, non devono passare dai playout. Il Cus Palermo sconfitto dalla Mazarese, giocherà gli spareggi per salvarsi contro la Leonfortese in gara secca. La Don Carlo Misilmeri ai playoff, affronterà la Pro Favara fuori casa

Cala il sipario sul campionato di Eccellenza, girone A. Un torneo deciso all'ultima giornata, con l'Akragas che trionfa e ottiene la promozione in serie D. I biancazzurri, guidati da Nicolò Terranova, battono in casa il Resuttana San Lorenzo: 2-0 il finale, di fronte a cinquemila spettatori. Nonostante il ko, i nerorosa sono comunque salvi senza dover disputare i playout. Li farà, invece, il Cus Palermo: oggi i cussini sono stati battuti 5-3 dalla Mazarese. La Don Carlo Misilmeri vola ai playoff, la formazione di Aronica ha battuto 2-0 la Parmonval e affronterà la Pro Favara fuori casa. Di seguito tutti i risultati, in dettaglio, dell'atto conclusivo della regular season.

Akragas-Resuttana San Lorenzo 2-0

L’Akragas èpromossa in serie D. La formazione di Nicolò Terranova batte 2-0 all’Esseneto il Resuttana San Lorenzo e chiude in bellezza la propria stagione: segnano Barrera e Garufo su rigore, al termine di novanta minuti nei quali i biancazzurri sono apparsi padroni della partita. Gli ospiti sono stati pericolosi solamente in due circostanze, con Maniscalchi, ma Elezaj è stato sempre attento e puntuale. Il Gigante è entrato in campo con grandissima convinzione e grinta, spinto da un pubblico strepitoso: cinquemila cuori biancazzurri a sostenere la squadra del patron Deni. Sin dalle battute iniziali della gara l’Akragas ha provato ad imporre il proprio gioco con qualità, rischiando veramente poco. I nerorosa sono stati attenti a coprire gli spazi ma in alcune circostanze hanno avuto difficoltà nel fronteggiare la manovra offensiva biancazzurra. L’Esseneto ha un primo sussulto al 15’: Garufo prova con un diagonale a sorprendere Compagno ma il portiere palermitano nega la gioia del gol all’esperto capitano. Ma la gioia e il boato vengono rimandati soltanto di sette minuti: Barrera, portatosi in avanti dopo una rimessa laterale lunga, raccoglie una corta respinta della difesa palermitana e con un bel destro trafigge Compagno. Conclusione deviata da Punzi ma la sostanza non cambia: l’Akragas è in vantaggio, con merito. Alla mezz’ora il Resuttana San Lorenzo batte un colpo: Maniscalchi ha una chance da dentro l'area ma il tiro del giocatore nerorosa termina alto sopra la traversa. Il primo tempo termina sul parziale di 1-0 in favore del Gigante. Nella ripresa il leitmotiv del match non cambia: fraseggio e possesso palla costantemente in mano ai padroni di casa, nerorosa che provano con ripartenze a pungere. Semenzin e Mansour sono molto attivi sulle corsie e cercano di creare pericoli alla difesa ospite. Al 73’ il direttore di gara fischia calcio di rigore in favore dei biancazzurri:; Garufo viene toccato in area da Punzi e si procura la massima punizione. Dal dischetto l’esperto centrocampista non tradisce e fa esplodere in un urlo liberatorio l’Esseneto. Nei minuti finali una timida reazione abbozzata dalla squadra ospite, che non riesce però a produrre nitide occasioni da gol. Dopo sei minuti di recupero, in virtù di una lunga interruzione per un problema alla rete della porta del Resuttana San Lorenzo, l'arbitro fischia tre volte: è pandemonio all'Esseneto, il Gigante torna in serie D. 

Casteldaccia-Mazara 2-0

La formazione di Mineo chiude il campionato con una vittoria sul Mazara: un rigore di Megna al 33' e la rete di Alfano al 65' regalano i tre punti ai padroni di casa. 

Castellammare-Gela 3-1

Nissa-Unitas Sciacca 5-3

Il campionato dell'Unitas Sciacca si chiude con una sconfitta, a Caltanissetta contro la Nissa: 5-3 il finale al Tomaselli, al termine di un incontro gradevole e divertente. Nonostante la sconfitta in casa neroverde si fa lo stesso festa per le tre reti siglate da Domenico Mistretta, che gli permettono di vincere la classifica marcatori con 19 centri. La Nissa ha affrontato il confronto con maggiori stimoli rispetto ai neroverdi, in virtù di una classifica che richiedeva di conquistare l'intera posta per evitare il rischio di essere invischiata nella zona play out. Il tecnico neroverde Mario D'Ardes anche in questa occasione ha schierato molti giovani delle squadre giovanili, protagonisti di ottimi risultati nei rispettivi tornei. I saccensi sono passati per primi in vantaggio con Mistretta, poi c'è stata la reazione dei biancoscudati che hanno chiuso il primo tempo con il risultato di 3 a 1, grazie alle reti di Morales, Martel ed Esposito. Nella ripresa un ottimo Sciacca ha pareggiato grazie ad altre due reti di Mistretta, che per puntare al suo obiettivo è stato sempre nel vivo del gioco ed è stato sempre cercato dai compagni. Nel finale, la Nissa si è riportata avanti fissando il risultato finale sul 5 a 3, con i gol di Lucero e Sakho.

Oratorio S. Ciro e S. Giorgio Marineo-Leonfortese 1-0

Mazarese-Cus Palermo 5-3

Termina con un rocambolesco 5-3 l'ultima gara della stagione regolare tra Mazarese e Cus Palermo. I ragazzi di Mister Zappavigna giocano, come sempre, una gara coraggiosa riuscendo a rimontare gli avversari (quinti in classifica) per tre volte, sino al 3-3 a pochi minuti dalla fine. La doppietta di Taibi e il rigore di Mustacciolo, infatti, permettono ai cussini di agguantare sempre il pari (1-1, 2-2, 3-3). La dinamica del match, però, vede i padroni di casa firmare due reti nei minuti di recupero, quando le squadre sono pronte a giocare il tutto per tutto. La sconfitta non modifica i piani del Cus Palermo, consapevole di dover affrontare i PlayOut. Sarà gara secca in casa della Leonfortese, con eventuali supplementari in caso di pareggio al 90'. Non ci saranno calci di rigore, qualora l'equilibrio dovesse permanere al 120' la Leonfortese sarebbe salva.

Parmonval-Don Carlo Misilmeri 0-2

Don Carlo Misilmeri che espugna il "Franco Lo Monaco" di Palermo e batte una combattiva Parmonval per 0-2. Manfrè la sblocca in mischia alla mezz'ora, nel secondo tempo gol di Colombatti sugli sviluppi di palla inattiva.

Pro Favara-Enna 0-0

L'obiettivo playoff è stato raggiunto, con merito, dalla Pro Favara: la squadra di Gaetano Catalano, in virtù del pari interno contro Enna, accede agli spareggi promozione. I gialloblu affronteranno, in casa, la Don Carlo Misilmeri, avendo due risultati su tre a disposizione. Cala, dunque, il sipario sulla regular season ma l'avventura continua per i gialloblu. Partita intensa ed avvicente al Bruccoleri, nonostante il risultato finale dica 0-0. Entrambe le squadre, ben messe in campo, ci hanno provato: occasioni da una parte e dall'altra, ma alla fine ha vinto l'equilibrio. Bella cornice di pubblico, tanti i tifosi che oggi hanno spinto i padroni di casa verso l'obiettivo playoff. Un traguardo che la Pro Favara ha ottenuto con grande determinazione e sacrificio, dopo aver disputato un campionato di altissimo livello. Il gioco espresso dai ragazzi di Catalano, peraltro, è stato uno dei più belli del torneo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eccellenza girone A, ultima di campionato: Akragas in serie D, Resuttana San Lorenzo salvo

PalermoToday è in caricamento