rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Calcio

Eccellenza girone A, sedicesima giornata: debutto amaro per Aronica, Misilmeri sconfitto dalla Pro Favara

La Don Carlo, passata in vantaggio con Concialdi, si fa rimontare dai gialloblu al Giovanni Aloisio. Il Resuttana San Lorenzo batte 5-0 la Parmonval, Casteldaccia ko contro la Nissa. Nell'anticipo di ieri è tornato al successo il Cus Palermo, 1-0 al Castellammare

La prima giornata del nuovo anno, la sedicesima di campionato, inizia con alcune sorprese. Lo scontro per le zone altissime della classifica, tra Don Carlo Misilmeri e Pro Favara, se lo aggiudicano i gialloblu. Debutto amaro in panchina per l'ex calciatore rosanero Totò Aronica, da alcune settimane alla guida di Misilmeri. Ieri pomeriggio, nell'anticipo, il Cus è tornato alla vittoria. Il Resuttana San Lorenzo si è imposto senza problemi sulla Parmonval, 5-0 il finale; Casteldaccia sconfitto il trasferta, 4-2 il finale contro la Nissa. In dettaglio tutti i risultati di giornata:

Cus Palermo - Castellammare 1-0 giocata ieri

Il Cus Palermo, con in panchina il nuovo allenatore Ferdinando Zappavigna, torna al successo in campionato: presso l’impianto di via Altofonte battuto 1-0 il Castellammare. Il primo tempo è abbastanza equilibrato, le due squadre non rischiano molto. La mano del nuovo allenatore dei cussini si vede sin dalle prime battute, con un fraseggio pulito e piuttosto efficace. L’innesto di Vincenzo Mustacciolo, centrocampista classe 2000 ex Paternò ed Acireale, ha fornito qualità al giro palla della squadra. Si va al riposo sul parziale di 0-0, con i padroni di casa che hanno dato la sensazione di essere in giornata. Nella ripresa la squadra del centro universitario continua a rispondere bene agli input della nuova gestione. Zappavigna decide di mandare in campo Fofana, convinto che il cambio possa sovvertire l'equilibrio in campo. Ed è proprio questo ingresso a cambiare la partita: la sostituzione, infatti, garantisce maggiore profondità alla manovra dei padroni di casa. Al 67’ il Cus si porta in vantaggio: la rete dell’1-0 porta la firma proprio di Fofana, abile a farsi trovare pronto e a battere Grimaudo con un tiro potente. Il calciatore finalizza un'azione corale, in ripartenza, dei padroni di casa. Nei minuti finali il Castellammare prova a rendersi pericoloso, senza però riuscire a creare vere palle gol. Successo meritato e molto importante per il Cus, che sale a quota 11 in classifica. Adesso la formazione di Zappavigna intensificherà la preparazione in vista della delicata trasferta di domenica prossima, contro il Gela: un vero e proprio scontro salvezza tra le due squadre.

Don Carlo Misilmeri - Pro Favara 1-2

Bellissima partita tra Don Carlo Misilmeri e Pro Favara: i gialloblu sbancano il Giovanni Aloisio, in rimonta, battendo 2-1 i padroni di casa. Il successo arriva grazie alla doppietta del solito La Piana, vero leader dello spogliatoio e autore sempre di gol pesanti. È una vittoria preziosissima per i ragazzi di Catalano, che si portano al terzo posto in classifica: sono 34 i punti adesso, scavalcata proprio la Don Carlo. Il match comincia subito in salita per i ragazzi di Catalano, andati in svantaggio dopo dodici minuti: è Concialdi ad aprire le marcature per i suoi. I gialloblu, dopo il gol, cercano di ricompattarsi non perdendo la fiducia. La Pro Favara continua a giocare il proprio calcio, con un fraseggio efficace che mette in difficoltà il centrocampo della Don Carlo. Alla mezz’ora Graziano sfiora la rete dell’1-1, ma è solo il preludio a quello che accadrà di lì a breve. Al 42’, infatti, la Pro Favara trova il gol del pareggio: è il solito La Piana a scrivere il proprio nome sul referto. Si va al riposo sul parziale di 1-1, al termine di un primo tempo abbastanza gradevole. Ad inizio ripresa, dopo nemmeno due minuti, la Pro Favara trova il raddoppio: doppietta personale per La Piana, che di testa batte il portiere avversario dopo un’azione proficua sviluppatasi sull’asse con Graziano. Gli animi in campo si scaldano, i ritmi si alzano parecchio: al 50’ Concialdi viene espulso, lasciando i suoi in inferiorità numerica. Pochi istanti dopo De Luca prova con un bel tiro a calare il tris, pala fuori di pochissimo. Nei minuti finali la squadra di Totò Aronica, al debutto sulla panchina della Don Carlo, prova ad imbastire azioni pericolose senza però riuscire a trovare il guizzo decisivo.

Enna - Mazarese 2-1

Leonfortese - Akragas 0-3

Successo prezioso, sul campo della Leonfortese, per l'Akragas di Terranova: i biancazzurri si impongono con un netto 3-0. Prestazione importante del collettivo, che riprende il cammino verso l'obiettivo finale. I biancazzurri sono apparsi in pieno controllo della gara, grazie ad un giro palla rapido ed efficace. Con questi tre punti l'Akragas sale a quota 39 punti, con Enna che rimane sempre ad un punto di distanza. Classico 4-3-3 per Terranova, che decide di schierare Elezaj in porta; Lo Cascio, Neri, Barrera e Baio in difesa; Garufo, Brunetti e El Yakoubi in mezzo; Semenzin, Vitelli e Mansour in avanti. Dopo soli sei minuti i biancazzurri sono già in vantaggio: è Juan Manuel Barrera ad aprire le marcature di giornata. Il match si incanala subito verso il binario degli ospiti, apparsi sin dalle prime battute convinti e determinati. Al 40’ ecco il raddoppio: è El Yakoubi a firmare la rete del 2-0 per la squadra di Terranova. Ad inizio ripresa, dopo cinque minuti, Desiderio Garufo cala il tris, realizzando dagli undici metri e mettendo in ghiaccio la gara. Terranova opta per alcuni cambi: fuori Semenzin e dentro Pavisich, dentro Gulino al posto di Baio. Nei minuti finali i padroni di casa provano a costruire azioni pericolose, ma Elezaj non viene quasi mai impensierito dall'attacco avversario. L'Akragas, dunque, comincia bene il 2023: nel prossimo turno di campionato la formazione di Terranova riceverà in casa il Mazara.

Resuttana San Lorenzo - Parmonval 5-0

Vittoria nel derby per il Resuttana San Lorenzo nel primo turno del girone di ritorno contro la Parmonval. Decidono per i nerorosa un’autorete, la doppietta di Mercanti e le reti di Pucci e Maniscalchi.

Unitas Sciacca - Nuova città di Gela 1-0

l Gurrera di Sciacca i padroni di casa battono il Gela, al termine di novanta minuti ben giocati dalla formazione neroverde: decide un colpo di testa di Cinquemani, realizzato al 36' del primo tempo. Una buona partita quella giocata dai neroverdi, che hanno pure creato altre occasioni per arrotondare il risultato. Gli ospiti, dopo il vantaggio saccense, hanno tentato di reagire ma non hanno mai creato pericoli alla porta di Zummo. Uno a zero che sta, dunque, stretto ma tre punti importanti per i neroverdi per cominciare bene la seconda parte del torneo. Totò Brucculeri sceglie i seguenti undici per cominciare la gara: Zummo, Loddo, King, Rubino, Ciancimino, Cinquemani, Nicosia, Licata, Mistretta, Messina, Mangiaracina. Il primo tempo è piuttosto equilibrato, la manovra dello Sciacca è fluida ma il Gela è messo bene in campo e occupa efficacemente gli spazi. Poco prima della fine del primo tempo, però, i padroni di casa riescono a sbloccare la gara: è Cinquemani, al 36’, a portare in vantaggio l’Unitas. Nel secondo tempo gli ospiti provano a ricompattarsi, ma il loro fraseggio difetta di rapidità e qualità. La squadra di Brucculeri riesce a controllare il match, potendo anche segnare il gol del raddoppio: l'imprecisione stoppa, però, l'attacco neroverde. L'Unitas sale a quota 27 punti in classifica: nel prossimo turno trasferta contro il Casteldaccia.

Mazara - Oratorio S. Ciro e S. Giorgio Marineo 0-0

Nissa - Casteldaccia 4-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eccellenza girone A, sedicesima giornata: debutto amaro per Aronica, Misilmeri sconfitto dalla Pro Favara

PalermoToday è in caricamento