Calcio

Misilmeri, parola a capitan Cerniglia: "Ho un legame fortissimo con questa maglia"

Il centrocampista misilmerese ha chiari quali sono gli obiettivi: "Speriamo di portare tutti insieme la squadra verso la Serie D". Sulla partita di domenica contro il Cus: "Loro vorranno crearci difficoltà, dobbiamo stare attenti"

Dopo una carriera iniziata nelle giovanili del Palermo e che lo ha visto militare anche in Serie C con Torres e Pergolettese, Stefano Cerniglia veste ormai da quattro stagioni la maglia della Don Carlo Misilmeri, la squadra della sua città d’origine, della quale è capitano e uomo simbolo. Per Cerniglia, duttile interno di centrocampo di poche parole e tanta sostanza, l’obiettivo è quello di portare in alto il più possibile la squadra della sua città.

Nonostante abbia solamente 27 anni Cerniglia è uno dei giocatori di maggior esperienza che fanno parte della rosa della Don Carlo: “Io mi porto sempre i consigli - spiega a PalermoToday - che ho ricevuto dai miei compagni ai tempi in cui giocavo in Lega Pro con la maglia della Torres e cerco di trasmettere questa mia ‘esperienza’ in campo”

Per Cerniglia essere titolare e capitano della squadra della sua città rappresenta un’emozione particolare: “Ogni domenica indosso anche la fascia personalizzata con il logo della Don Carlo Misilmeri, che porto un po’ ovunque nella mia vita. Tengo tantissimo a questa maglia e al mio paese, spero di poter portare assieme ai miei compagni la squadra in Serie D. Il legame che ho con la squadra e la maglia è fortissimo”.

Il capitano della Don Carlo, che domenica scorsa ha segnato il gol del vantaggio nella partita contro il Castellammare, ha poi spiegato cosa sta alla base del cambio di passo avuto dalla squadra biancorossa in queste ultime giornate: “Da quando è arrivato mister Utro ci chiede sempre tranquillità, serenità e divertimento. Quando riusciamo a mettere queste cose in campo facciamo il nostro e per adesso stiamo facendo molto bene”.

In chiusura Cerniglia ha parlato del prossimo impegno della squadra, che vedrà la Don Carlo impegnata nello scontro interno contro l’ostico Cus: “In settimana abbiamo lavorato bene - conclude -il mister ci sta preparando molto bene a questa sfida: non è una partita facile come molti credono solo perché sulla carta è una piccola squadra. Loro vorranno metterci in difficoltà, quindi dobbiamo stare attenti e concentrati per portare a casa il risultato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Misilmeri, parola a capitan Cerniglia: "Ho un legame fortissimo con questa maglia"

PalermoToday è in caricamento