rotate-mobile
Calcio

Caso Parmonval: la Lega Dilettanti e l'Aia annunciano il percorso formativo per gli arbitri

L'iniziativa è stata annunciata dopo l'incontro tra il numero uno dei fischietti siciliani Cristina Anastasi e i dirigenti della società biancazzurra alla presenza del presidente federale Morgana. All'iniziativa prenderanno parte anche i capitani delle squadre

Un percorso formativo per migliorare le conoscenze degli arbitri e il rapporto tra fischietti e calciatori. Questo è il risultato finale del vertice tra la presidente dell'Aia Sicilia Cristina Anastasi, il presidente di Lnd Sandro Morgana e i dirigenti della Parmonval richiesto dalla società biancazzurra dopo quanto accaduto sabato scorso nella sfida di Eccellenza/A contro la Don Carlo Misilmeri.

A renderlo noto è stata la stessa Lega Nazionale Dilettanti in un comunicato ufficiale, nel quale si esorta altresì una maggiore moderazione in situazioni del genere: "Oggi presso i locali del Comitato regionale Sicilia della FIGC - si legge-  dirigenti della società Parmonval hanno incontrato la Presidente dell’A.I.A. Sicilia sig.ra Cristina Anastasi alla presenza del Presidente del CR Sicilia Sandro Morgana. Nel corso dell’incontro, caratterizzato da disponibilità e cordialità da parte dei partecipanti, sono state affrontate con grande senso di responsabilità, le tematiche afferenti i reciproci rapporti. Al riguardo si è convenuto sulla necessità di individuare per il futuro percorsi virtuosi che possano garantire, attraverso il generale impegno di ogni componente, il regolare andamento dei campionati.

Il Presidente Sandro Morgana si dichiara soddisfatto - prosegue il comunicato -del clima di cordialità che ha caratterizzato l’incontro e, mentre raccomanda per il futuro un generale abbassamento dei toni, annuncia, di concerto con l’AIA, l’avvio di un percorso formativo rivolto agli arbitri delle varie categorie ed ai capitani delle stesse. Attraverso dette giornate formative - in conclusione - che potrebbero avviarsi con il campionato di Eccellenza, poi con quello di Promozione e seguire con tutte le altre categorie ci si prefigge di approfondire, attraverso l’ausilio di qualificate docenze, tematiche e questioni di rilevante importanza nel rapporto arbitro/calciatore, di migliorare la conoscenza del regolamento e di promuovere un rapporto che, fermo restando i diversi ruoli istituzionali, possa essere caratterizzato da rispetto e cordialità reciproche". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Parmonval: la Lega Dilettanti e l'Aia annunciano il percorso formativo per gli arbitri

PalermoToday è in caricamento