rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Calcio

Casteldaccia verso ka sfida contro la capolista Resuttana, Pagano: “Le daremo filo da torcere, per noi non è decisiva”

Il tecnico della squadra granata, seconda forza del girone A di Promozione, parla anche del successo sul Villabate: “Partita tirata contro un avversario che ha dato battaglia, l’abbiamo affrontata con lo spirito giusto”

Alla sfida contro la capolista del girone A di Promozione Resuttana San Lorenzo, il Casteldaccia arriva secondo a quattro punti di distacco. Domenica scorsa i granata sono riusciti a tenere la scia dei nerorosa vincendo per 3-0 in trasferta il derby palermitano contro il Villabate grazie ai gol di Minnone, Megna e Monti nel primo tempo dopo una partita tirata e a tratti molto nervosa.

L'allenatore dei granata (espulso assieme al collaboratore tecnico Terzo dopo una mischia tra le due squadre che aveva portato pochis econdi prima all'espulsione del centrocampista giallorosso D'Ambra)  ha espresso in prima battuta le sue considerazioni sul match: “È stata una grande partita dei ragazzi al di là della classifica -afferma a PalermoToday - può sembrare facile vincere contro la penultima della classe ma il calcio insegna che nel girone di ritorno, quando non c’è tempo di recuperare le squadre sono più agguerrite: infatti è stata una partita tirata dove gli avversari ci hanno dato battaglia perché anche per loro la posta in palio era altissima, dovendosi salvare: noi l’abbiamo affrontata nel modo giusto, con determinazione e poi le cose si sono messe bene. Già nel primo tempo eravamo in vantaggio di tre gol e con un uomo in più: nella ripresa abbiamo gestito. Sono soddisfatto, non era così facile ripeto perché chi si deve salvare vende cara la pelle”.

L’allenatore del Casteldaccia esprime infine le sue considerazioni sul big match in programma domenica pomeriggio al Fiorilli: “Se penso al girone d’andata - conclude - quando abbiamo perso con il Resuttana e ci siamo ritrovati sotto di dieci punti e vedo che dopo un girone siamo a quattro punti da loro sono orgoglioso: nessuno avrebbe scommesso dopo l’andata che saremmo stati secondi a quattro lunghezze da loro. Il Resuttana è la capolista, una squadra fortissima che sta tenendo un ritmo elevatissimo, ha vinto quasi tutte le partite, difficilmente ha battute d’arresto. Noi cercheremo come è giusto che sia di dare filo da torcere ma per noi è sempre una partita che vale tre punti: se dico che non è determinante per noi lo dico con cognizione di causa. Qualunque risultato esca, parliamo di una partita da tripla non cambia nulla per il nostro campionato che è importante: penso che sia più decisiva per loro perché se riuscissero a batterci si metterebbero a 7 punti con 6 partite da giocare e di fatto avrebbero vinto il campionato. Noi a prescindere dal risultato sappiamo che poi avremo davanti sei partite per dare battaglia e cercare di arrivare più in alto possibile. Poi il calcio è bello perché non sempre vince il più forte: noi ripeto vogliamo dare alla capolista filo da torcere”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casteldaccia verso ka sfida contro la capolista Resuttana, Pagano: “Le daremo filo da torcere, per noi non è decisiva”

PalermoToday è in caricamento