rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Calcio

Casteldaccia pronto alla finale playoff, il ds Orifici: “Stagione esaltante, vogliamo il salto in Eccellenza”

Il dirigente del club granata parla del percorso della squadra che adesso passa dalla finale contro la Folgore: “Arrivare secondi con avversari come loro, Gangi e Raffadali è stato eccezionale, ci stiamo preparando al meglio per affrontare questa sfida”

Dopo una stagione in crescendo l’Asd Casteldaccia ha confermato di essere una delle compagini più attrezzate del girone A di Promozione chiudendo al secondo posto ed essendo fino allo scontro diretto poi perso 5-0, l’antagonista principale della corazzata Resuttana. La squadra di mister Pagano adesso attende al Fiorilli la Folgore nella finale playoff di girone che porta allo spareggio per l’Eccellenza con la vincente dei playoff del girone B. Il ds granata Salvatore Orifici analizza il percorso e le prospettive del club.

In prima battuta Orifici esprime le sue considerazioni sul campionato appena concluso: “La nostra stagione è stata semplicemente esaltante - spiega a PalermoToday -l’obiettivo della società era quello di fare i playoff ma non ci saremmo mai aspettati di arrivare secondi davanti a squadre come Folgore, Raffadali e Gangi con un margine di 11 punti che ci ha consentito di arrivare alla finale di girone. Un risultato eccezionale che dà valore all’impegno e ai sacrifici fatti dalla società, dai ragazzi, da tutto l’ambiente: sono stati sacrifici ripagati da risultati ulteriori rispetto alle nostre aspettative. Siamo consapevoli del valore enorme della nostra squadra ma considerando il valore degli avversari non era così scontato. Non dimentichiamoci anche il percorso compiuto in Coppa Italia dove siamo arrivati a un minuto dalle semifinali uscendo ai rigori, un’altra nota di merito”.

Il ds del Casteldaccia spiega poi quale è stato secondo lui il punto di svolta della stagione: “Può sembrare strano - afferma - ma il momento più importante per noi  è stata la sconfitta contro il Resuttana a Misilmeri dove pur perdendo 2-1 abbiamo giocato una grande partita rischiando anche di pareggiarla: questo ci ha fatto prendere consapevolezza del nostro del valore e da lì in poi abbiamo fatto 15 risultati utili di fila con 14 vittorie cominciando quel ruolino di marcia impressionante che ci ha portato al secondo posto”.

Il dirigente granata parla poi della finale di girone in programma domenica pomeriggio contro la Folgore Castelvetrano: “Parliamo di una squadra veramente forte che ha speso tanto e veramente bene - sottolinea - che condivide con noi lo stesso obiettivo. E’ una società con persone che conosco e che stimo e a cui auguro il meglio a partire da lunedì 16 (ride). Scherzi a parte parliamo di una squadra forte, una società organizzata: ci siamo affrontati due volte in sfide combattute in cui l’equilibrio ha fatto da padrone. Noi arriviamo a differenza dell’ultima volta in condizioni migliori: abbiamo recuperato due pedine importanti, ci mancheranno solo due giocatori squalificati. La stiamo preparando nel miglior modo possibile: i ragazzi si sono preparati con voglia, intensità, grinta e sono convinto che faranno una grandissima partita. Proveremo a sfruttare il fattore campo nel miglior modo possibile. Speriamo bene, vogliamo andare avanti, lo meritiamo noi, lo meritano i ragazzi”.

In chiusura Orifici parla delle prospettive della squadra spiegando a chiare lettere come l’obiettivo è quello di salire di categoria: “Stiamo diventando una realtà importante ma non perché facciamo cose difficili - conclude - semplicemente programmiamo, decidiamo un budget, onoriamo gli impegni e paghiamo tutto regolarmente. La cosa brutta del calcio è che oggi se fai quello che devi fare vieni visto come qualcosa di eccezionale: se io prendo un accordo con un giocatore e gli do quel che pattuiamo faccio quello che è normale. Purtroppo, in questo calcio chi fa il suo dovere è visto come modello e non pagare e rispettare gli impegni è normalità. Noi semplicemente rispettiamo gli accordi presi all’inizio con tutti. Detto questo l’Eccellenza la vogliamo fare anche se non posso certo dire adesso come la faremmo: sino ad ora il presidente ci ha garantito sempre tutto ma ricordiamoci che tra Promozione ed Eccellenza ci sono due gradini in termini di costi e impegno. Ad ogni modo l’idea è quella di arrivare lì anche perché c’è pure un progetto importante del comune per il Fiorilli: se dovesse arrivare il salto di categoria ci sarà qualcosa di continuativo. Siccome tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare intanto pensiamo a domenica e se tutto va bene penseremo al resto"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casteldaccia pronto alla finale playoff, il ds Orifici: “Stagione esaltante, vogliamo il salto in Eccellenza”

PalermoToday è in caricamento