rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Calcio

Il Casteldaccia batte Fulgatore e vola in classifica, Pagano: "Ho un gruppo formidabile ma la strada è ancora lunga"

Grazie alle reti di Monforte, Monti e capitan Ribaudo i granata sconfiggono 3-1 la seconda forza del campionato assestandosi a 17 punti nella zona play-off del girone A di Promozione

Non si ferma più la corsa del Casteldaccia che trova il terzo successo consecutivo in campionato battendo in casa il Fulgatore secondo con il punteggio di 3-1 rilanciando ulteriormente le sue ambizioni di alta classifica nel girone A di Promozione.

La storia della partita si è decisa nella ripresa. Il Casteldaccia passa in vantaggio al 50’ con un colpo di testa di Monforte; cinque minuti dopo il solito Monti segna il 2-0. Gli ospiti accorciano le distanze con Genna, uscito vincitore da una mischia in area ma all’80’ la squadra di Pagano trova il colpo del ko: Monti si guadagna un calcio di rigore, con Ribaudo, autore di due assist, che dal dischetto chiude i giochi. In virtù di questo risultato il Casteldaccia sale a quota 17 punti, assestandosi pienamente nella zona play-off del girone A di Promozione.

Il tecnico della squadra granata Giuseppe Pagano ha espresso soddisfazione per questo risultato importante: “Sapevamo di essere una buona squadra - afferma il tecnico a PalermoToday - adesso cominciamo a misurarci con altre compagini e crediamo di potercela giocare alla pari con tutti. Oggi è venuto il Fulgatore, arrivato qui da seconda in classifica, con un organico di tutto rispetto, nonché la più in forma del momento: sono molto contento della prestazione della squadra. Ho un gruppo formidabile e chi gioca mi dà sempre fiducia. Ora siamo più maturi e le cose ci girano meglio: oggi tutti quelli che hanno giocato anche a partita in corso, hanno lottato su un campo appesantito dalla pioggia, temevamo di non poter avere un gioco veloce ma ci siamo riusciti. Il primo tempo è andato a sprazzi poi nella ripresa abbiamo trovato l’episodio che ha sbloccato la gara ed è stato più facile. Abbiamo raddoppiato e poi su una mischia abbiamo preso il 2-1:li si è vista la forza mentale della squadra. I ragazzi si sono ributtati subito in avanti e abbiamo chiuso la partita. Siamo contenti, ci godiamo il periodo pur sapendo che il campionato è ancora lungo”.

L’allenatore del Casteldaccia spiega come comunque la strada per la sua squadra sia ancora tutta da percorrere: “Oggi abbiamo fatto una grande partita - conclude - sulla falsariga dell’ultimo periodo: sulle ali dell’entusiasmo siamo riusciti a fare un filotto che ci eravamo prefissati, vista la partenza che avevamo avuto sapevamo che era necessario inanellare delle vittorie e ci siamo riusciti. Il campionato resta comunque lungo con la classifica corta e che ci sono quelle 7-8 squadre che possono ambire all’alta classifica. Aver fatto filotto migliora la classifica ma non significa nulla: ogni domenica sappiamo che ci sono 4-5 diretti e tutto può cambiare. Sarà così fino alla fine, facendo risultati si può scalare la classifica, senza continuità si rischia di essere attardati”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Casteldaccia batte Fulgatore e vola in classifica, Pagano: "Ho un gruppo formidabile ma la strada è ancora lunga"

PalermoToday è in caricamento