rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Calcio

Il Casteldaccia batte l'Alcamo e chiude il girone d'andata al terzo posto

Al Fiorilli i granata si impongono per 2-1: decisivo il contributo di Ferrara che si è guadagnato il rigore trasformato da capitan Ribaudo segnando poi il raddoppio. I punti in classifica adesso sono 24: agganciato il Gangi nel girone A di Promozione. Mister Pagano: "Viste ottime trame di gioco, orgoglioso del percorso dei ragazzi"

Si chiude in bellezza il 2021 del Casteldaccia che al Fiorilli vince la sua quinta partita nelle ultime sei giornate battendo l'Alcamo per 2-1: un risultato che consente alla squadra granata di salire al terzo posto in coabitazione con il Gangi a quota 24 punti. La storia della partita si è decisa nella ripresa dopo il primo tempo chiuso in parità. Decisivo nell'ottica del successo è stato l'attaccante classe 2003 Cristian Ferrara che si è guadagnato il rigore trasformato da capitan Ribaudo per poi segnare in tap-in il secondo gol granata all'80'. Per gli ospiti la rete del definitivo 2-1 è arrivata fuori tempo massimo con Fofana.

Il tecnico del Casteldaccia Giuseppe Pagano ha analizzato la storia della partita elogiando la squadra per la qualità espressa in campo contro un avversaro temibile: "Era una partita da vincere a tutti i costi contro una diretta concorrente - afferma a PalermoToday - sappiamo che piazze come Alcamo, Castelvetrano, Gangi sono piazze con tradizione che costruiscono squadre per arrivare nei primi posti se non addirittura per vincere. È stata una partita molto difficile: sapevamo che gli avversari giocavano in un certo modo ed era difficile scardinare la loro organizzazione difensiva: in settimana abbiamo provato delle soluzioni studiate su di loro e sono contento di come si sono applicati i ragazzi. Oltre la solita prestazione gagliarda ho visto trame di gioco interessanti: da allenatore non posso che essere stracontento quando si vince e convince sotto il profilo del gioco. L’Alcamo a mio avviso è una squadra forte candidata ai primi posti: basta guardare gente come Di Benedetto, Bonanno, La Bua, D’Angelo nonché i due attaccanti, parliamo di una rosa di livello".

L'allenatore granata analizza in conclusione il percorso compiuto dalla squadra esprimendo soddisfazione per la grande rincorsa compiuta nell'ultimo frangente, che vede il Casteldaccia imbattuto da otto partite tra campionato e coppa: "Ci inorgoglisce aver chiuso al terzo posto un girone d’andata - conclude - se pensiamo a dove eravamo prima della sosta: eravamo decimi dopo sette partite ed era impossibile pensare appena un mese di poter arrivare terzi alla pausa natalizia. Adesso ci godiamo le feste natalizie con spirito entusiasta per ricominciare al massimo quando si ripartirà: siamo molto felici ed è importante perché arrivare alla sosta vincendo è sempre meglio. Dispiace un po’ fermarsi adesso perché siamo in fiducia e solitamente le soste fanno bene alle squadre che sono in difficoltà: noi in questo momento volevamo giocare, giocare e giocare. Va bene così, adesso ci fermiamo e poi a gennaio ci rituffiamo in Coppa e Campionato con l’auspicio di potere fare bene".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Casteldaccia batte l'Alcamo e chiude il girone d'andata al terzo posto

PalermoToday è in caricamento