rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Calcio

Il Villabate cade a Castelbuono e torna ultimo, Guida: "Dispiace il risultato ma guai a darci per finiti, non molleremo"

I giallorossi perdono 2-0 il tiratissimo scontro diretto contro la Supergiovane venendo superati in classifica nel girone A di Promozione proprio dai nerooro

Una sconfitta bruciante quella subita dal Villabate. I giallorossi hanno infatti perso per 2-0 la sfida fuori casa contro la Supergiovane Castelbuono, un autentico scontro diretto per la sopravvivenza, deciso dalla doppietta dell'allenatore-giocatore nero-oro Salvatore Marandano. Una battuta d'arresto che fa scivolare la squadra all'ultimo posto, sopravanzata proprio dagli avversari di ieri, nel girone A di Promozione a quota 4 punti.

L'allenatore dei giallorossi Giuseppe Guida ha analizzato la storia del match esprimendo le sue considerazioni a riguardo: "Partita spareggio come si poteva pensare - spiega a PalermoToday- in settimana abbiamo avuto defezioni non indifferenti: D'Ambra e Iemma hanno giocato in condizioni precarie e Maniscalco non ha recuperato. Purtroppo, la coperta è corta e appena abbiamo defezioni paghiamo caro pegno. La partita e stata equilibrata, prendiamo gol al 17' del primo tempo. Un'indecisione della nostra difesa, Marandano controlla palla sull'esterno ed è entrato in mezzo a tre, c'è stato un fallo netto su Iemma che l'arbitro non ha fischiato, e con lui fuori causa Marandano ha segnato su ribattuta.  É stata una sfida combattuta, noi abbiamo giocato buon calcio mentre loro erano lì pronti e cattivi sulle seconde palle giocando sulle due punte Marandano  e Antista che hanno fatto un bel lavoro. Loro però non ci hanno impensierito, hanno segnato nel nostro momento migliore è noi subito dopo il gol loro abbiamo preso una traversa su una punizione di Iemma. Voglio fare i complimenti al loro portiere che è un 2006 è anche a Mister Marandano che gli ha dato fiducia e ha avuto il coraggio di farlo giocare: questo è il calcio che mi piace. Un ragazzo con grandissime qualità e personalità. Ha fatto tre interventi importanti. Nel momento di maggiore equilibrio su una palla loro in area, Di Salvo è entrato in area falciando Marandano da dietro: rigore ineccepibile e 2-0 a chiusura di tempo. Nella ripresa ho cambiato l’assetto tattico, ho messo tre attaccanti giovani con la squadra che ne ha risentito un po’ sulle fasce. Non è bastato anche se abbiamo avuto le migliori occasioni nel secondo tempo: il loro portiere è stato artefice di una grande prestazione".

Il tecnico del Villabate, nonostante questa battuta d'arresto si mostra fiducioso e determinato in merito al futuro della squadra: "Purtroppo ingoiamo ancora una volta il rospo - conclude - e facciamo mea culpa. Stiamo pagando tante cose, alcune indecisioni nostre ma anche le defezioni, spero di recuperare più giocatori possibili domenica contro Carini. Se qualcuno però pensa che abbiamo già mollato e siamo la vittima sacrificale si sbaglia di grosso: dovranno fare i conti con noi che non molleremo un centimetro e lotteremo partita per partita fino alla fine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Villabate cade a Castelbuono e torna ultimo, Guida: "Dispiace il risultato ma guai a darci per finiti, non molleremo"

PalermoToday è in caricamento