Giovedì, 21 Ottobre 2021
Calcio

Per Castelbuono sconfitta senza appello contro la Folgore, Marandano: "Dobbiamo rimboccarci le maniche"

L'allenatore-giocatore della Supergiovane analizza la partita di ieri: "C'è poco da commentare, abbiamo peccato di inesperienza, sono comunque ottimista per il futuro".

Brutta battuta d’arresto per la Supergiovane Castelbuono che in casa contro la Folgore Castelvetrano viene sconfitta per 2-0 in una partita la cui storia è stata segnata già nel primo tempo. Gli ospiti già al dodicesimo si erano portati sul doppio vantaggio alle reti di Corso e Rustico: le espulsioni di Di Salvo e Pappalardo (a cui si è aggiunta quella di Mohamed per gli ospiti) hanno compromesso definitivamente il match per la squadra nero-oro che resta a un punto, ultima assieme al Villabate.

L’allenatore-giocatore della squadra Salvatore Marandano ha espresso le sue sensazioni sulla partita: “Purtroppo c’è poco da commentare. Siamo andati sotto 2-0 dopo dieci minuti - afferma il tecnico a PalermoToday -per due infortuni difensivi. La Folgore è arrivata ben attrezzata e ben guidata da un grande mister come Bruccoleri. La gara si è messa subito male perché siamo rimasti in dieci nel primo tempo e poi nella ripresa addirittura in nove. A quel punto non c’era veramente più nulla da fare. Purtroppo, oggi abbiamo peccato di inesperienza e siamo stati ingenui”.

Il tecnico, insediatosi da poco in panchina in una fase di profondo rinnovamento della squadra, ha voluto suonare la carica in vista del proseguo del campionato: “Oggi è andata malissimo ma ci rimbocchiamo le maniche e cominciamo a pensare alla prossima partita. Castelbuono non è questo, non merita questa posizione in classifica: c’è entusiasmo, un bell’ambiente e qui si può fare calcio. Sono subentrato con fiducia e il mio ottimismo non mi abbandona, siamo qui pronti a rifarci”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per Castelbuono sconfitta senza appello contro la Folgore, Marandano: "Dobbiamo rimboccarci le maniche"

PalermoToday è in caricamento