rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Calcio

Caso Catania, Zeman non ci sta: "Tipica situazione italiana, campionato irregolare"

Se il Palermo è stato avvantaggiato suo malgrado dalla decisione del Tribunale, il tecnico del Foggia ha visto evaporare in classifica i sei punti conquistati nelle sfide contro gli etnei: "I tornei si giocano sul campo, non a tavolino"

La rideterminazione della classifica a seguito dell’esclusione del Catania dal campionato del girone C di serie C ha inevitabilmente avvantaggiato alcune squadre e decisamente colpito altre trasformando in modo significativo lo scenario del torneo: al Palermo, per esempio, è andata nel complesso bene visto che i rosanero si sono ritrovati secondi, ancora potenzialmente superabili da Catanzaro e Avellino ma con ottime chance di finire al quarto posto (basta un punto e il Francavilla, che a parità di risultati e gol negli scontri diretti ha una differenza reti ampiamente peggiore rispetto a quella rosanero) piazzamento potrebbe pure valere la qualificazione alla fase nazionale. Decisamente diverso il discorso per le squadre che contro gli etnei avevano fatto bottino pieno e che si sono ritrovate all’improvviso senza sei punti regolarmente conquistati: tra queste il Foggia di Zdenek Zeman che si è ritrovato dalla certezza quasi matematica di fare i play-off al rischio concreto di non prendervi parte.

Il tecnico boemo in merito all’argomento non ha nascosto il suo disappunto: “E' la tipica situazione italiana - ha affermato - noi siamo capaci di fare questo e altro. Certo, noi siamo tra i più penalizzati, ma il campionato è irregolare a livello generale, anche per le squalifiche e le ammonizioni. In Italia, purtroppo, si ragiona così. Per me non è corretto, ma oggi nel calcio poche cose lo sono. Ora dobbiamo preoccuparci di chi c'è dietro. Spero che i ragazzi non ne risentano anche se è normale che ci pensino. Se ne parla tutto il giorno. Ma è una situazione che va accettata e che dobbiamo superare cercando di fare il meglio possibile. Non possiamo perdere tre partite”.

Zeman si è poi espresso in merito al mancato rinnovo dell’esercizio provvisorio del Catania a differenza di altri casi del passato sottolineandone gli effetti deteriori: "Stavolta si è deciso di fermare tutto a tre partite dalla fine - ha ossservato - credo che ci fossero le coperture economiche per finire il campionato. Per la Federcalcio andava bene, ma il Tribunale ha deciso diversamente. Anche la Paganese ora non è più tranquilla e rischia di retrocedere. Io credo che i campionati si debbano fare sul campo e non sul tavolino”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Catania, Zeman non ci sta: "Tipica situazione italiana, campionato irregolare"

PalermoToday è in caricamento