rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Calcio

Dall'estate col Resuttana San Lorenzo al Livorno, Lo Faso: "Qua mi gioco la carriera, rinascerò"

Il palermitano si presenta ai suoi nuovi tifosi: "Ho passato alcuni momenti difficili, voglio ringraziare i miei genitori che mi hanno sempre sostenuto e che non mi hanno mai abbandonato. Ho fatto vedere ancora poco di quello di cui sono capace"

L'esordio in Serie A con il suo Palermo ad appena 18 anni contro il Milan di fronte ad oltre trentamila spettatori, dieci presenze nel massimo campionato italiano alla sua prima avventura tra i grandi, il passaggio alla Fiorentina e la trafila nelle rappresentative giovanili della Nazionale italiana. Sembrava un predestinato, Simone Lo Faso, fantasista classe 1998 che, agli esordi, aveva incantato tutti. Poi tanti, troppi seri infortuni, che ne hanno frenato l'ascesa fino alla decisione, nella passata stagione, di scendere fino alla serie D alla Folgore Caratese per ritrovarsi. Un'annata soddisfacente per lui, che, in Brianza, ha finalmente vissuto un intero campionato libero da guai fisici, raccogliendo trentadue presenze arricchite da quattro reti. Ed ora l'occasione Livorno, decisiva per il suo futuro: Sì, qui mi gioco la carriera", ha dichiarato Lo Faso

"La stagione della rinascita, per me e per questa società"

"Questa stagione per me deve essere quella della rinascita, così come per questa società - ha affermato Lo Faso -. Avevo bisogno di questa opportunità dopo aver passato alcuni momenti difficili: quando le cose non vanno bene, diventa complicato trovare chi ti rimane al tuo fianco e a volte ti senti solo. Voglio ringraziare i miei genitori che mi hanno sempre sostenuto e che non mi hanno mai abbandonato. Quella appena iniziata sarà la stagione decisiva per la mia carriera: non c'era piazza migliore di questa in cui ripartire. Ho fatto vedere ancora poco di quello di cui sono capace"

"Quest'estate - ha aggiunto il fantasista - mi sono allenato con il Resuttana San Lorenzo, che ringrazio, e adesso cercherò di arrivare gradualmente al 100% della condizione. Il mio ruolo? Sono una mezzapunta, ma posso giocare anche da attaccante e da esterno, come accaduto nello scorso anno. Il campionato?. L'importante sarà non far fuggire via nessuno in testa al classifica. Per il resto dovremo pensare soltanto a noi stessi, dando tutto ogni domenica".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall'estate col Resuttana San Lorenzo al Livorno, Lo Faso: "Qua mi gioco la carriera, rinascerò"

PalermoToday è in caricamento