rotate-mobile
Calcio

Tutto pronto per il ritiro del Palermo a Roma: ci sarà anche Orihuela e ora piace Azzi

Accardi, Devetak, Doda e Peretti non figurano nell'elenco dei calciatori che lavoreranno nella capitale nei prossimi giorni: per loro l'avventura in rosanero può dirsi conclusa. Non è escluso che ci siano altri sviluppi in uscita: dallo sfoltimento dell'organico passano eventuali nuovi ingressi

Vacanze terminate per i calciatori del Palermo, da domattina comincia il ritiro di Roma: sono 27 i convocati che si raduneranno nella capitale presso il centro sportivo Giulio Onesti. La prima seduta di allenamento verrà svolta nel pomeriggio. La squadra guidata da Eugenio Corini resterà in ritiro, nel centro di preparazione olimpica del Coni, fino alla mattina di sabato 7 gennaio. Non sono stati convocati, perché in attesa di trasferimento, Accardi, Devetak, Doda, Peretti.

In tre, inoltre, aggregati dal settore giovanile: Emmanuele Garofalo, Samuele Lo Coco e Simone Salamone.

Il primo andrà al Piacenza, come del resto confermato anche dal ds Matteassi. Devetak dovrebbe accarsarsi, in prestito, alla Viterbese. Doda è seguito con grande interesse da diversi club di Serie C, con l’Imolese di Giuseppe Deni (patron dell’Akragas) in pole. Peretti, invece, è monitorato dalla Recanatese, sempre in terza divisione. Oltre a loro, ci sono anche altre operazioni in uscita che il club sta cercando di portare avanti.

Figurano nella lista dei convocati, ma possono partire anche Crivello, Lancini e Pierozzi. Per il difensore palermitano c’è mercato dalla serie B: il Cosenza ha fatto più di un sondaggio, bisognerà capire se dal punto di vista economico le richieste del calciatore verranno esaudite o meno. In caso contrario, è possibile che Crivello resti in Sicilia: il suo contratto scade nel 2024 e quando è stato chiamato in causa ha comunque risposto sempre presente. Discorso diverso per Pierozzi, che non ha mai praticamente avuto chance di scendere in campo. L’esterno fiorentino è stato impiegato solo in due occasioni, col Perugia all’esordio in campionato (entrando al 90') e nella trasferta di Bari: dopo queste due apparizioni soltanto panchina. Ecco che, in serie B, due club sembrano essere sulle sue tracce: Brescia e Como seguono gli sviluppi. Edoardo Lancini ha mercato in C, ma anche in questo caso resta da capire se le esigenze del calciatore verranno o meno prese in considerazione da chi si è fatto avanti.

Discorso diverso, invece, per Vido e Soleri. I due giocatori non sono ufficialmente sul mercato ma se dovesse presentarsi una proposta interessante non sono escluse partenze. Soleri è richiesto in serie C, dove diversi club sarebbero pronti ad accoglierlo volentieri. Per Vido c’è stato un contatto tra il suo entourage e l’Avellino ma sembra che il calciatore non voglia scendere di categoria. In realtà Corini lo ha spesso impiegato, dunque non è escluso che l’attaccante possa restare in rosanero.

Sul fronte arrivi, domani Renzo Orihuela si aggregherà al resto del gruppo: il difensore del Montevideo City, altro club della galassia City Group, è partito ieri per Madrid e dalla capitale spagnola ha già raggiunto quella italiana per sostenere le visite mediche prima del raduno di domani. Uruguaiano di ventuno anni, 184 centimetri di potenza e fisicità, è abile negli anticipi e nelle letture difensive. È bravo di testa, in carriera ha anche segnato alcuni gol. Dotato di grande personalità, la sensazione è che possa diventare ben presto un leader dello spogliatoio nonostante la giovane età.

Per la corsia di sinistra piace Paulo Azzi: l’esterno brasiliano, che ha trascorso il Capodanno a Roma in compagnia del suo amico della Lazio Felipe Anderson, potrebbe accettare la corte del Palermo. Su di lui altre pretendenti, ma la sensazione è che la trattativa possa andare in porto. Da domani, dunque, il Palermo va in ritiro: tra mercato in entrata e in uscita, il nuovo anno rosanero è già iniziato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto pronto per il ritiro del Palermo a Roma: ci sarà anche Orihuela e ora piace Azzi

PalermoToday è in caricamento