rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Calcio

Palermo, tiri mancini per chiudere il mercato: ecco Masciangelo e Aurelio

Per il classe 2000, preso dal Pontedera, contratto sino al 2027 mentre l'ex Benevento approda con la formula del prestito con diritto di opzione in favore della società di viale del Fante

Una sessione di mercato praticamente perfetta, con operazioni mirate e, sulla carta, molto efficaci: il Palermo conclude il calciomercato invernale con due colpi importanti, che rinforzano ulteriormente la rosa di Eugenio Corini. 

Giuseppe Aurelio, ,mancino, terzino di spinta classe 2000, arriva dal Pontedera a titolo definitivo. Per lui un quadriennale, sino al 30 giugno 2027. Forte fisicamente, può giocare sia come terzino in una difesa a quattro sia in un 3-5-2. Nelle giovanili del Sassuolo talvolta è stato utilizzato come esterno d'attacco, segno che ha nelle corde un'ottima spinta offensiva. Bravo anche nelle chiusure difensive, è un prospetto di qualità. 

L'affare Masciangelo, che dopo quello di Verre ha fatto "tribolare" i tifosi rosanero, si è chiuso nel pomeriggio: la trattativa era stata definita nei giorni scorsi ma in mattinata aveva subito uno stop brusco, inaspettato. Il Benevento, infatti, sembrava non volersi privare del proprio calciatore nonostante avesse già trovato il sostituto. Nel pomeriggio milanese, però, l'affare si è concluso. Masciangelo arriva a Palermo in prestito, con diritto di opzione in favore dei rosanero: la sua corsa a tutta fascia sulla sinistra sarà un'arma in più per Corini, necessaria per far rifiatare Sala. 

Le operazioni condotte dal duo Rinaudo-Bigon sono state intelligenti: dapprima un mercato in uscita, come richiesto dal Genio, poi gli affondi necessari per puntellare la rosa. La strategia è stata proficua: sono partiti diversi esuberi, erano troppi i calciatori di movimento in rosa. Accardi, Peretti, Devetak, Crivello, Floriano, Pierozzi e Doda hanno lasciato Palermo: cessioni inevitabili prima di poter procedere alle entrate.

Renzo Orihuela è stato il primo ad arrivare, in sinergia col City Group. Quindi l'arrivo di Gennaro Tutino dal Parma, che ha portato qualità all'attacco rosanero. Il colpo di mercato, probabilmente di tutta la sessione in serie B, è stato Valerio Verre: dalla Samp torna in rosanero, per guidare il centrocampo con la sua visione di gioco. L'operazione Graves è un altro affare che conferma la lungimiranza della società, che guarda anche e soprattutto al futuro. Oggi, infine, la chiusura delle trattative finali per i nuovi arrivati. Per fare spazio a Masciangelo, comunque, occorrerà capire chi uscirà dalla lista, come previsto dal regolamento. 

Una sessione di mercato che può alimentare i sogni dei tifosi rosanero, rincuorati dalle recenti prestazioni dei ragazzi di Corini. Naturalmente servirà raggiungere la salvezza il prima possibile, ma la sensazione è che questo gruppo possa ambire a qualcosa di più importante.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo, tiri mancini per chiudere il mercato: ecco Masciangelo e Aurelio

PalermoToday è in caricamento