Domenica, 24 Ottobre 2021
Calcio

Scontro ad alta quota contro il Catanzaro, Filippi: "Servirà la massima attenzione"

Il tecnico rosanero si aspetta di vedere lo stesso atteggiamento visto mercoledì: "Dobbiamo avere la stessa voglia". Sull'undici titolare: "Ho tanta scelta, deciderò in base alle caratteristiche dell'avversario"

Portare l’asticella dell’attenzione al livello più alto possibile. È questa la strada che l’allenatore del Palermo Giacomo Filippi traccia in vista della sfida di domani contro il Catanzaro in quello che sarà uno scontro diretto tra due squadre di vertice bisognose entrambe di fare punti.

Il tecnico rosanero ha sottolineato come a questo punto della stagione sia eccessivo avere troppe preoccupazioni su ciò che non è andato: “Domani giochiamo contro una squadra forte - ha spiegato - che ha un solo punto più di noi. Se dopo tre giornate iniziano a fare i drammi si sbaglia a ragionare: io però sono equilibrato come lo sono anche ai ragazzi. Dobbiamo solo lavorare al massimo nelle nostre possibilità, alzando l’asticella dell’attenzione. Solo così possiamo evitare qualche disattenzione di troppo”.

La  prestazione contro il Monopoli è il punto da cui ripartire per affrontare i giallorossi: “Domani per noi - ha affermato - è una partita che vale quanto quella di mercoledì, nella quale abbiamo messo in campo una voglia e una determinazione tale da vincere la partita. Dobbiamo essere ancora più attenti ma dobbiamo avere la stessa voglia. L’attenzione è fare meno errori gratuiti dell’avversario e sfruttare i punti deboli che il Catanzaro ha”.

L'allenatore del Palermo ha spiegato come la squadra lavori costantemente per evitare errori come quelli visti a Taranto: “Io insisto soprattutto sulle letture - ha detto - con o senza palla, ci lavoriamo molto. Poi in campo ci sono tante altre pressioni che il giocatore lì per lì non vede. Sono errori che si vedono ovunque, anche in Champions mercoledì se ne è visto più di uno e parliamo di giocatori internazionali. Non è una giustificazione perché noi siamo qui per evitare i nostri errori io anzi mi arrabbio molto e negli allenamenti perdo anche la bussola: però ci lavoriamo tanto.

Filippi ha parlato anche del fattore pubblico esprimendo il dispiacere per la capienza ridotta: “Sicuramente le prime gare interne ci hanno messo un po’ di pressione rispetto alle gare a porte chiuse. Mi dispiace molto che - ha spiegato - in questo momento siamo in zona gialla e siamo penalizzati noi, la società che non può avere il 50 degli spettatori e i tifosi a cui viene tolta la passione. Non capisco perché qui debba esserci lo stadio limitato e altrove no ma queste sono le regole e le rispettiamo. Noi in campo siamo chiamati a regalare un sorriso ai 2500 presenti e ai tifosi da casa”.

Il tecnico del Palermo ha poi fatto alcune considerazioni di merito sui giocatori anche in ottica delle scelte di domani: “Luperini, Fella, Perrotta si giocano la maglia - ha proseguito - come Odjer, Floriano, Silipo, Giron con Valente, Doda con Almici. Abbiamo un organico competitivo: domani sceglieremo i giocatori che più si addicono alla partita considerando le caratteristiche del Catanzaro”. Filippi ha aperto ad un utilizzo di Fella, mattatore del match contro il Monopoli, assieme a Floriano, sino ad adesso titolare designato: “Floriano e Fella possono coesistere: normale poi che bisogna guardare la condizione e le caratteristiche degli avversari che siamo chiamati ad attenzionare. Decideremo con molta lucidità se farli giocare assieme o chi scegliere”. Su Brunori, che non si è ancora sbloccato: “Per me Brunori -ha affermato è la punta più forte del torneo: poi può pure non fare gol”.

QUI PALERMO

Oltre lo squalificato Lancini, in difesa mancheranno anche gli infortunati Peretti e Accardi: Doda e Perrotta partono favoriti ma non è da escludere sul centro destra l’utilizzo di Marong dopo la buona prova contro il Monopoli. Scalpita Fella, che dopo la grande partita di mercoledì potrebbe trovare spazio dal primo minuto anche in campionato. Difficile ipotizzare l’utilizzo del doppio centravanti come contro il Taranto: Brunori parte favorito su Soleri.

QUI CATANZARO

I giallorossi si presentano al Barbera dopo la vittoria per 1-0 contro il Catania in Coppa Italia in pieno assetto da turnover. Quasi sicuramente Calabro tornerà all’11 titolare utilizzato in queste prime uscite di campionato ma occhio a Cianci, a lungo corteggiato dal Palermo nella scorsa sessione di mercato, che dopo essersi sbloccato contro il Potenza insidia Vazquez per un posto in attacco.

Le probabili formazioni

Palermo (3-4-2-1) Pelagotti; Doda, Perrotta, Marconi; Almici, De Rose, Luperini, Giron; Floriano, Fella, Brunori

Catanzaro (3-5-2) Branduani; Fazio, Scognamilo; Martinelli; Rolando, Cinelli, Verna, Vandeputte, Porcino; Cianci, Carlini

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro ad alta quota contro il Catanzaro, Filippi: "Servirà la massima attenzione"

PalermoToday è in caricamento