rotate-mobile
Calcio

Baldini: "Contro la Paganese meglio che col Potenza, ai play-off conterà la testa giusta"

A differenza di domenica scorsa il tecnico è più soddisfatto: "Non abbiamo concesso nulla, abbiamo pareggiato solo per episodi". Sulle prospettive della squadra: "Legittimo essere preoccupati ma questa squadra non deve temere nessuno"

Il Palermo a Pagani ha pareggiato la sua terza partita consecutiva, al termine di una prova apparsa decisamente ancor più sottotono rispetto a quella della scorsa settimana di Potenza, che aveva fatto infuriare il tecnico Silvio Baldini. L’allenatore rosanero, però, oggi è apparso al contrario un pizzico più soddisfatto, seppur non certo entusiasta, di quanto fatto dalla squadra contro la Paganese.

“A me sembra che l’identità la squadra ce l’abbia - ha affermato Baldini - perché siamo passati dalla palla del 3-1 al rigore del 2-2, se facevamo gol il discorso era diverso. Non la guardo mai sul risultato ma sui contenuti: oggi purtroppo abbiamo preso gol su due episodi particolari ma non è che la squadra abbia sofferto, non ci sono stati capovolgimenti di fronte che ci han messo in difficoltà. Ci sono degli errori che poi diventano gol, dispiace perché sono anche giocatori bravi che ci tengono ma il momento è questo. Dobbiamo rimboccarci le maniche, non bisogna piangersi addosso ma fare del nostro meglio”.

Baldini ha poi parlato dell’utilizzo a sorpresa di Soleri e Pelagotti da titolari: “Ho tre partite in una settimana - ha spiegato - devo cercare di pescare nella rosa giocatori che in questo momento qui possono darmi una mano partendo dall’inizio, per questo ho scelto Soleri, dopo lo abbiamo spostato a destra e nel secondo tempo sottopunta. Non sono scelte che penalizzano i giocatori, Soleri giocando a sinistra ha sempre fatto gol. Su Pelagotti, dopo un mese in cui ha giocato Massolo ho visto dei segnali positivi da lui e l’ho rimesso: sapevo che se oggi fosse andata male mi sarebbero piovute critiche ma io faccio il mio mestiere, questa settimana ho visto meglio Pelagotti di Massolo, l’ho detto anche a quest’ultimo”.

Il tecnico ha sottolineato come secondo lui la prova sia stata migliore di quella vista contro il Potenza: “Non è facile giocare contro di loro che sono agguerriti - ha detto - che lottano, che sono abituati a soffrire, non era facile venirne a capo. Io non sono per niente arrendevole, il mio stato d’animo è stare tranquillo e pensare al Taranto. Ai ragazzi ho detto di pensare a recuperare le energie in vista di mercoledì, vediamo come arriviamo in fondo al campionato e quale sarà la nostra posizione, poi ce la giocheremo ai play-off. Oggi in un terreno che non facilitava il gioco a nessuna delle squadre ho visto anche i miei creare situazioni buone come il gol di Valente. Per me un qualcosa di positivo c’è stato mentre a Potenza abbiamo rischiato di andare sul 3-0, oggi sinceramente non abbiamo mai rischiato”.

Per quanto riguarda il piazzamento finale e i play-off, Baldini si è così espresso: "In questo momento penso alla partita da giocare - ha affermato - però di arrivare più in alto possibile, l’importante è arrivare ai play-off con le gambe e la testa giusta, se arrivi ai play-off con la paura diventa difficile, bisogna arrivarci con convinzione”.

Sulle prospettive della squadra, in questo momento lontana dalla continuità di prestazione, l’allenatore del Palermo si è mostrato fiducioso, pur comprendendo gli scetticisimi: “La preoccupazione è legittima ma il mio mestiere mi insegna che il calcio è fatto di episodi e quando questi girano comincia a crescere la fiducia. I ragazzi quando si allenano fanno grandi cose e alle volte le hanno riportate in campo facendo belle vittorie. Ultimamente abbiamo vinto la partita più difficile contro l'Avellino e non quelle più facili sulla carta. Il calcio è questo. La squadra mi dà l’impressione che se deve giocare con la squadra forte, se c’è la giusta convinzione e la giusta mentalità non abbia paura di nessuno”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baldini: "Contro la Paganese meglio che col Potenza, ai play-off conterà la testa giusta"

PalermoToday è in caricamento