rotate-mobile
Calcio

Corini gongola: "Vittoria meritata, e contro la Reggina voglio un Barbera strapieno"

Le parole del tecnico dopo il successo del Palermo ad Ascoli: "Oggi volevamo fortemente i tre punti". Poi un pensiero ai tifosi dopo la disavventura in aereo: "Ci spiace per loro, ma ringrazio la società bianconera e la Lega per la disponibilità". E Mirri va in curva a tifare con loro...

“E' stata una settimana particolare, gli ultimi due giorni veramente complicati: grazie al sostegno della società, ringraziamo anche l’Ascoli e la Lega per la disponibilità. Ci dispiace per i tifosi, sappiamo che lo spostamento della partita è stato un sacrificio. Quel quarto d’ora in aereo è stato difficile, ma fortunatamente è andato tutto bene". Il primo commento di Eugenio Corini, al termine della bella vittoria ottenuta sul campo di Ascoli, non può che riferirsi ai difficili momenti vissuti sul volo charter che avrebbe dovuto portare i rosanero a Pescara.

Il problema al finestrino del pilota, costretto a rientrare a Punta Raisi, ha alimentato la paura a bordo. Fortunatamente, tutto si è concluso per il meglio ma l'esperienza vissuta non è stata semplice per i giocatori e lo staff. E Mirri ha voluto ringraziare i tifosi giunti ugualmente al Del Duca andando in curva a tifare con loro. Durante la conferenza è arrivata la notizia della morte dell'ex rosanero Vito Chimenti, idolo del presidente Mirri. Così sia Corini che la società hanno dedicato all'inventore della famosa bicicletta la vittoria di oggi.

E' morto Vito Chimenti, ex attaccante rosanero

Corini ha poi analizzato la gara, elogiando l'atteggiamento dei suoi ragazzi: "Oggi abbiamo vinto meritatamente - ha dichiarato Corini - volevamo fortemente i tre punti. Il gol del pareggio è arrivato su palla inattiva, loro sono molto pericolosi perché calciano bene con Falasco e Ciciretti. La solidità mentale con cui abbiamo approcciato la gara è stata determinante, vedo un’identità forte. Matteo ha trovato un gran gol dopo aver fallito il rigore: so quanto sia difficile ripartire dopo un errore dagli undici metri, ha creato da solo un’occasione importante".

Ascoli-Palermo 1-2, commenti e pagelle

Il Palermo è cresciuto, ora gioca davvero da squadra: la sensazione è che i rosanero possano disputare un girone di ritorno importante, anche grazie ai nuovi acquisti. "I meriti sono tutti dei ragazzi - ha precisato l'allenatore in sala stampa - hanno creato lo spirito giusto, lavorano per questo quotidinamente. Verre è un giocatore straordinario, ha fornito personalità tecnica alla squadra, è intelligente dal punto di vista tattico. L’ho inserito perché ci consentiva di prenderci degli spazi che potevano far male all’Ascoli: sono tre punti pesantissimi. Il nostro sogno è vincere la prossima gara contro la Reggina, il nostro sogno è vedere tanta gente che spinge i nostri ragazzi al Barbera: voglio stimolare i nostri tifosi, facciamo capire ai nuovi ragazzi cosa significa tifare per il Palermo. Se creiamo queste condizioni sarà dura per gli avversari. Questo è un campionato equilibrato, non voglio essere stucchevole: noi puntiamo alla migliore classifica possibile, prepareremo ogni gara per vincerla. Ne approfitto per dedicare i tre punti al nostro fisioterapista, Francesco Chiarenza - ha concluso Corini - che purtroppo oggi ha perso il papà: un abbraccio grande da parte di tutto il Palermo e le nostre più sentite condoglianze”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corini gongola: "Vittoria meritata, e contro la Reggina voglio un Barbera strapieno"

PalermoToday è in caricamento