rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Calcio

La Parmonval lotta ma si arrende all'Akragas, Aprile: "Ottima prestazione, sono orgoglioso della squadra"

All'Esseneto la squadra di Mondello tiene testa alla capolista per tutto il primo tempo ma dopo il gol al 31' di Gambino i padroni di casa prendono fiducia e fissano nella ripresa il risultato sul 3-0 finale

Sconfitta sì ma non con troppi rimpianti per la Parmonval che all'Esseneto di Agrigento tiene testa alla capolista Akragas per un'ora abbondante di gioco: il 3-0 finale è espressione della grande qualità tecnica dei padroni di casa nonché punizione eccessiva nei confronti della squadra di Mondello.

Nel primo tempo l'Akragas crea due grandi occasioni da gol: la prima con Prestia che prende la traversa con un tiro nel cuore dell'area, la seconda con Leonardi, che costringe da posizione ravvicinata Ilardi ad una grande parata su un colpo di testa. La Parmonval reagisce sfiorando il vantaggio con una bella giocata del solito Serio, il cui tentativo si spegne a lato. Al 31' i padroni di casa passano in vantaggio con Gambino, che lavora palla al limite dell'area e incrocia un tiro chirurgico sul quale Ilardi non può nulla. La reazione dei biancazzurri, per l'occasione di verde vestiti è immediata: capitan Rappa va vicino al pari con una gran botta da fuori che si stampa sulla traversa.

Nella ripresa gli avversari crescono di giri e vengono definitivamente fuori alla distanza. Al 57' Costantino finalizza una bella azione corale della sua squadra; tredici minuti dopo Prestia di testa segna il gol del definitivo 3-0. Nel finale i biancazzurri vanno vicini al poker con lo svedese Corner, il cui tentativo si infrange sul palo. La Parmonval resta dunque ferma a dieci punti in piena zona play-out nel girone A di Eccellenza. 

Il tecnico della squadra di Mondello Marco Aprile ha analizzato la prestazione della squadra, mostrandosi soddisfatto nonostante la sconfitta: "Se si guarda soltanto al risultato è una sconfitta bruciante - ha affermato - ma la prestazione è stata buona: per sessanta minuti ho visto una grande Parmonval che ha giocato alla pari contro un avversario di un’altra categoria. Abbiamo avuto diverse palle gol e penso che abbiamo avuto per un’ora più la palla noi, cercando di portarla avanti in modo non sterile, che non gli avversari. Certo quando prendi gol a cinque minuti dalla fine puoi andare in depressione, cosa che a noi non è accaduta perché anche nella ripresa abbiamo giocato i primi quindi iminuti. Quando poi prendi il 2-0 fuori casa contro una squadra così forte ci può stare di subire il colpo. Sembrerà strano ma sono orgoglioso dei ragazzi perché hanno dato tutto e hanno giocato a calcio: non so quante squadre sono venute qui a giocare come noi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Parmonval lotta ma si arrende all'Akragas, Aprile: "Ottima prestazione, sono orgoglioso della squadra"

PalermoToday è in caricamento