Calcio a 5, impresa Mabbonath: i giovani palermitani tra i primi 4 di Sicilia

Nella sfida di ritorno valevole per l'accesso alla final four i juniores allenati dalla coppia Gallo-Speciale si sono imposti al Pala Giovanni Paolo II di Regalbuto col punteggio di 6-4, dopo avere ribaltato addirittura lo 0-4 del primo tempo

La Juniores della Mabbonath

Per il secondo anno consecutivo la Juniores Mabbonath, squadra palermitana, è tra le quattro squadre più forti della Sicilia. Il 28 e 29 aprile i ragazzi allenati dal duo Gallo-Speciale se la vedranno con Arcobaleno Ispica, Città di Sortino e Marsala Futsal 2012 per il trono regionale. Ieri i baby palermitani si sono imposti al Pala Giovanni Paolo II di Regalbuto (Enna) 6-4, dopo avere ribaltato addirittura lo 0-4 del primo tempo.

Una gara emozionante che ha rispecchiato praticamente la partita di andata disputata al Palaoreto. Dopo il 5-3 casalingo la Mabbonath è stata a lungo in balia della squadra ennese, obbligata a vincere con almeno due gol di scarto e supportata dal proprio caloroso pubblico. I ragazzi palermitani sono stati bravi a reagire dopo la prima frazione shock. E dire che a inizio ripresa avevano rischiato di subire lo 0-5. Poi sul club di casa s'è abbattuta la valanga ospite. A segno Tesauro, Napoli, D'Amico, Lo Nigro e il bomber Rizzo che nel finale ha siglato una pregevole doppietta che ha completato la folle rimonta targata Mabbonath, capace di raggiungere ancora una volta la final four.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

Torna su
PalermoToday è in caricamento