Calcio a 5: esordio spettacolare per la Mabbonath Futsal

La compagine neroverde, prima formazione del capoluogo a partecipare ad un campionato nazionale dopo tredici anni, pareggia per 7-7 a Reggio Calabria sul campo del Cataforio C/5.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Palermo, 08/10/2018. Grande emozione per l’esordio della Mabbonath Futsal, impegnata per la prima volta nella sua storia nel Campionato Nazionale di Serie B. Nel match di sabato pomeriggio al Centro Sportivo Viola “Pala Mazzetto” di Reggio Calabria si sono infatti affrontati i padroni di casa del Cataforio ed il roster neroverde guidato da Mister Marco Cappello. Partita combattuta, con entrambe le squadre che si rispondono colpo su colpo. L’incontro inizia in favore dei padroni di casa che, grazie anche a qualche errore della difesa ospite, riescono a portarsi nel giro di cinque minuti sul punteggio di 3-0 grazie alla doppietta di Scopelliti ed alla rete di Atkinson. Ma la Mabbonath non molla, e dopo due minuti accorciano le distanze con Andrea Di Trapani che con grande freddezza batte il portiere Parisi in uscita dopo un pasticcio della difesa di casa. Dopo sei minuti gli ospiti mettono a segno la rete del 3-2 con Vincenzo Restivo, migliore in campo per gli ospiti, che insacca alle spalle di Parisi dopo l’assist su calcio di punizione di D’Orio. Sul finale del primo tempo il Cataforio trova la rete della doppietta di Atkinson, che fissa il parziale sul 4-2.

La ripresa inizia in maniera scoppiettante, con Andrea Di Trapani che al secondo minuto trova la doppietta personale e porta il risultato sul 4-3. Passano appena dieci secondi e i calabresi trovano la rete del 5-3 con Cilione, imbeccato da Durante. Ma la Mabbonath, come già dimostrato nei precedenti match è dura a morire, e dopo un fallo subito da Rizzo al limite dell’area trova con Carlo Hamici su punizione la rete del 5-4. Continua la pressione degli ospiti, con lo sfortunato Montevago che sgancia un missile dei suoi ma colpisce la traversa e pallone che tocca la linea di porta, senza però entrare. Dopo pochi istanti un altro legno nega la gioia del gol agli ospiti, stavolta con D’Orio, che fa partire una staffilata di sinistro che però si infrange sul palo alla sinistra del portiere Parisi. Nel momento migliore per i neroverdi però arrivano le reti di Cilione e Atkinson, che portano i padroni di casa sul 7-4. Lo svantaggio di 3 gol a 2:45 dal termine avrebbe tagliato le gambe a qualsiasi squadra, ma non ai ragazzi in maglia neroverde. Mister Cappello decide di giocarsi la carta del portiere di movimento, mossa che si è rivelata vincente. Infatti i palermitani trovano prima il gol del 7-5 con il proprio bomber Marco Torcivia, che dopo lo schema su calcio d’angolo ubriaca la difesa avversaria e infila all’angolino basso senza lasciare speranza al portiere di casa. È a questo punto che gli ospiti tirano fuori gli attributi e mettono pressione ai padroni di casa, trovando anche la rete del 7-6 ancora con Torcivia, stavolta su calcio di rigore conquistato da Restivo, travolto in area di rigore dal portiere avversario in uscita alta.

A 50” dalla fine gli sforzi dei neroverdi vengono premiati dalla rete del pareggio a firma di Restivo, che con esperienza batte una palla tesa da calcio d’angolo e trova la deviazione decisiva di Durante, che beffa Parisi e insacca nella propria porta. A questo punto i padroni di casa giocano il tutto per tutto inserendo anche loro il quinto uomo di movimento, rischiando però di subire addirittura il gol del 7-8, con il giovane e talentuoso portiere palermitano Immesi, che calcia direttamente dalla porta, trovando in un primo tempo la respinta con un braccio del difensore (non ravvisato dall’arbitro, che viceversa avrebbe dovuto concedere un tiro libero in favore degli ospiti) e dopo aver ripreso il pallone tenta nuovamente la conclusione, con miracolo di Scopelliti che salva sulla linea di porta. All’ultimo secondo. il portiere palermitano è ancora protagonista con una parata miracolosa su Laganà, che salva i suoi e inchioda il risultato finale sul 7-7.

Ufficio Stampa Mabbonath Futsal.

Torna su
PalermoToday è in caricamento