Calcio, 43 squadre di giovani promesse in campo per il trofeo "Ricordando Borsellino"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Educare i giovani ai valori dello sport, alle regole e alla legalità. Un grande torneo di calcio tutto dedicato a ragazzini calciatori, di età compresa tra i 5 e i 12 anni, che si sono sfidati oggi nelle diverse categorie, nel campo di calcio Ciaculli, e che sono stati gli unici protagonisti di una grande manifestazione sportiva incentrata sul “fair play”. Alla giornata conclusiva dei campionati di calcio Asc Sicilia – Confcommercio Palermo del secondo trofeo “Ricordando Borsellino", patrocinato da Confcommercio e Comune, hanno partecipato ben 43 squadre di giovani calciatori provenienti da tutta la Sicilia, valevole come finali dei campionati regionali Asc di calcio giovanile. Grande la partecipazione di pubblico e premi per tutti i partecipanti, anche se a farla da padrona è stata la società Castelvetrano/Selinunte che ha conquistato cinque delle sette finalissime.

“Questa manifestazione è stata voluta per i giovani ed è questo l’impegno che abbiamo preso come Asc Confcommercio Palermo – ha spiegato Fabio Gioia, presidente del comitato Sicilia e componente di giunta di Confcommercio Palermo - vogliamo valorizzare lo sport giovanile e al contempo per far conoscere ai tanti ragazzi i principi di legalità cui si è sempre ispirato il giudice Paolo Borsellino. Desidero ringraziare Nino Pollara e Salvo Ramondino che sono le anime di questo torneo e che con grande generosità testimoniano l’amore per i giovani e per lo sport. Ringrazio inoltre la famiglia Borsellino, e in particolare Manfredi, che con grande entusiasmo ci sostiene nel portare avanti questa nostra idea”, ha concluso Gioia.

“Come presidente di Confcommercio Palermo sono onorata e orgogliosa di poter legare il nome della nostra associazione al giudice Paolo Borsellino – ha detto la presidente Patrizia Di Dio – in questi giorni sono stati coinvolti tanti giovanissimi atleti con le loro famiglie nel segno dei valori dello sport, della legalità e, io penso, più in generale dei veri e più profondi valori di vita e di società civile. Ringraziamo Manfredi Borsellino e la famiglia che ci hanno permesso di ricordare il giudice Paolo Borsellino con una grande manifestazione sportiva ideata per i giovani, che sono i veri protagonisti di questa iniziativa. Per il nuovo anno – ha aggiunto - auguriamoci una società migliore, in cui gli eroi come Paolo Borsellino vengano ricordati con un gerundio presente “Ricordando” come il titolo del trofeo, a rappresentare che i valori di questi eroi sono scolpiti nelle nostre coscienze e sono al centro dei nostri obiettivi di vita e sociali”, ha concluso Patrizia Di Dio.

I trofei del torneo raffiguranti l'albero della legalità sono stati ideati e realizzati dall'architetto Grazia Pizzillo del laboratorio artistico “Il Dodo” (via Sampolo n.100 – Palermo). I vincitori per categoria: Categoria 2006 a 9 - Castelvetrano/Selinunte; Categoria 2007 a 9 – Terzo Tempo; Categoria 2008 a 7 - Castelvetrano/Selinunte; Categoria 2009 a 7 - Castelvetrano/Selinunte; Categoria 2010 - Castelvetrano/Selinunte; Categoria 2011 - Polisportiva Caccamo; Categoria 2012 - Castelvetrano/Selinunte. Dida foto – da sinistra: Salvo Ramondino (responsabile A.S.C. Palermo del settore arbitri calcio), Patrizia Di Dio (presidente Confcommercio Palermo con il trofeo Ricordando Borsellino), Fabio Gioia (presidente comitato Sicilia ASC che aderisce a Confcommercio), Nino Pollara (responsabile A.S.C. Palermo settore scuole calcio), Giuseppe Canzone (delegato provinciale Coni) e Grazia Pizzillo (laboratorio artistico il Dodo, che ha realizzato il trofeo).

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento