Volley, Caffè Trinca Palermo sbanca Catania nel segno di Gervasi e Lombardo

Vittoria in rimonta delle palermitane che bissano il successo dell'andata. Lombardo top scorer, bene anche il libero Cazzetta

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Con carattere e cuore il Caffè Trinca Palermo espugna il “Malerba” di Catania, si prende la quinta vittoria in campionato e soprattutto tre punti di platino per la propria classifica. Gara assolutamente non semplice per le giallonere, contro un’antagonista ad oggi quinta potenza del campionato e che in casa propria aveva battuto la capolista Reghion (unica sconfitta interna contro Torretta a dicembre). Successo nel segno delle ispiratissime Lombardo, Gervasi e Cazzetta: la prima best scorer con ben 29 punti, la seconda 22 punti all’attivo, la terza sfoggiante la migliore prestazione ricettiva/difensiva da inizio torneo. Vittoria in rimonta quella del Palermo, che va sotto di un set, poi piano piano compie la risalita, aggrappandosi alle sue certezze e mettendo in terra etnea una prestazione da squadra sotto l’aspetto mentale e caratteriale. Il Caffè Trinca vince la sfida al servizio (10 ace contro i 4 avversari, solo Lombardo ne piazza 6) e torna a casa con un carico importante di ottimismo in vista dei prossimi impegni.

Pirrotta sceglie Sozzi in cabina di regia, e la manterrà per tutta la gara. Con l’alzatrice si affiancano le certezze Gervasi e Lombardo in posto 4: in palio una sfida decorata di ricordi del passato e carica di motivazione per le tre atlete, ingrediente vincente per la vittoria finale. In diagonale con l’alzatrice catanese c’è Crescente in posto 2, al centro il solito asse composto da capitano Campagna e Chiara Miceli, libero un’eccelsa Cazzetta. Eppure il primo set non è così idilliaco, tutt’altro: partenza da incubo per Palermo che subisce passivamente i colpi di Catania (4-0). Non c’è l’esperta Milici, in compenso il ruolo di condottiere lo recitano Miuccio ed Oliva. Catania evidenzia il fattore campo dalla sua (10-2) e gli errori al servizio delle palermitane fanno il resto. Le giallonere provano a rientrare in gara (21-16), buona ricezione ma poca incisività in attacco. Lo svantaggio è ampio per consentire una rimonta maiuscola (25-20). Subito avanti Catania in avvio di secondo parziale (4-0). Le battute di Tatiana Lombardo ricuciono il trauma iniziale (16-15). La squadra di Ina Baldi riprova l’allungo grazie anche alla complicità dei soliti errori veniali di Palermo.

Si arriva fino al 21-18 per il Teams Volley, ma è il momento della svolta: time-out chiamato da Pirrotta ed il ruggito corale del Caffè Trinca nel momento più delicato della partita. Gervasi e Lombardo si caricano sulle spalle la squadra piazzando un decisivo break di 7-2 che vale il 23-25 per Palermo e l’1-1. Si riparte con equilibrio, ma questa volta sono Miceli e compagne a condurre il ritmo dei giochi (5-8). Nelle retrovie Cazzetta è davvero ispirata contribuendo al dominio di colpi comandati da Gervasi e Lombardo. Massimo vantaggio sull’11-21 per Palermo, che economizza le proprie risorse e che senza patemi d’animo va alla chiusura della terza frazione di gioco (17-25). Ancora bene Palermo all’inizio del quarto set. Il centro gioca bene e c’è un predominio indiscusso da parte della squadra di Pirrotta. C’è gioco di squadra, entusiasmo e coraggio, un mix vincente per la formazione palermitana e letale per le etnee impossibilitate a reagire di fronte alla veemenza delle avversarie. Finisce 13-25 che decreta la vittoria finale in quattro set per Palermo.

COMMENTI.

Elisa Sozzi, palleggiatrice: “Non era assolutamente una vittoria scontata, anzi. Catania proveniva da un ottimo stato di forma e da un’invidiabile posizione in classifica. Dalla nostra avevamo il risultato dell’andata, ma c’è da dire che entrambe le squadre avevano modificato le formazioni rispetto alla prima di campionato. Oggi siamo state coese e lineari, fattori che ci sono mancati nelle partite precedenti. Sicuramente ricominciamo da qui, da questi tre punti. Non abbiamo fatto nulla di eccezionale. Stiamo lavorando a testa bassa e duramente proprio per replicare questo risultato in futuro“.

COMMENTI.

Sara Gervasi, schiacciatrice: “È stato emozionante tornare a giocare nel campo della professoressa Baldi. Abbiamo vinto la partita contro una buona squadra. Siamo partite un po’ a rilento, solo verso la fine del primo set ci siamo ricompattate. Siamo riuscite a limitare gli errori e di conseguenza il nostro livello è cresciuto ed è andata meglio in tutti i fondamentali. Dal secondo set è stato un crescendo di positività di squadra. Abbiamo mantenuto la giusta lucidità a fine del secondo set vincendo sul filo di lana. Questo secondo set ci ha dato la carica giusta per continuare a giocare una buona pallavolo mettendo in difficoltà le avversarie. Sono contenta della mia prestazione e del percorso che sto intraprendendo qui con il PVS. In palestra stiamo lavorando tanto e bene. Sono sicura che con la giusta voglia e con l’aiuto di tutta la squadra e dello staff, riusciremo a dare grandi soddisfazioni a tutti coloro che credono in noi. Spero di giocare uno splendido girone di ritorno insieme alle mie compagne di squadra“.

HUB AMBIENTE TEAMS CATANIA – CAFFE’ TRINCA PALERMO 1-3 (25-20 23-25 17-25 13-25)

TEAMS CATANIA: Carmeci 6, Zuppardo 4, Richiusa 8, Chiavaro 8, Nociforo, Bombaci, Santangelo, Oliva 9, Miuccio 7, Ciancio 1, Foti (L1), La Ferrera (L2). All. Baldi.

CAFFE’ TRINCA PALERMO: Campagna 9, Gervasi 22, Sozzi 1, Crescente 1, Miceli C. 9, Lombardo 29, Vescovo 9, Cazzetta (L), Ferro ne, Miceli S. ne. All. Pirrotta. Arbitri: Comunale (C.T. Messina) e Valletta (C.T. Sassari).

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento