Martedì, 15 Giugno 2021
Foto di Riccardo Giardina
Sport

Pallanuoto, il Telimar perde a Brescia: testa al Rari Nantes per la Champions league

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Restare concentrati, ma con in testa già la finale per il terzo posto nel campionato: è con un punteggio di 13-6 che si chiude gara 2 delle semifinali playoff scudetto alla piscina del Centro natatorio di Mompiano contro l’An Brescia. L’obiettivo di oggi per il Telimar era onorare la vasca, risparmiando le forze in vista dello scontro con la Rari Nantes Savona che vale il pass per i preliminari della prossima stagione di Champions league.

Nel primo tempo, i padroni di casa mettono subito le cose in chiaro: Vlachopoulos su prima azione sblocca il risultato. Il Telimar però, reagisce e trasforma un rigore con Vlahovic. Poi, lo strappo del Brescia, che aggiorna il punteggio sul 4-1 a 4 minuti di gioco con altre due volte Vlachopoulos, e Gitto, in superiorità. I palermitani trascinati dal capitano Lo Cascio che su uomo in più riesce a liberarsi sotto rete, si portano sul 4-2. Il primo tempo si chiude sul 5-2 con il goal di Jokovic.

Il secondo tempo è espressione, invece, di perfetto equilibrio in vasca: Nikolaidis in più segna il 6-2 a cui risponde Damonte in più in controfuga per il 6-3. Poi, tocca a Vlachopoulos in più, ma Del Basso su uomo in più tira forte centralmente, bucando le mani di Del Lungo per il 7-4, con il Telimar che dimostra di essere ancora in partita.

Terzo tempo avaro di reti nella prima parte, per via di qualche errore di troppo in attacco per il Club dell’Addaura, bloccato da un pressing altissimo degli uomini di Bovo. I ragazzi allenati da Baldineti, però, riescono al contempo a contenere grazie alla buona difesa guidata da Nicosia i bresciani, arginando i loro tentativi in ripartenza. Poi, in rapida successione le reti di Di Somma e Marziali in più, infine Renzuto che va in goal a uomini pari per il 9-5.

Ritmo di nuovo più sostenuto nella prima parte dell’ultimo quarto del match, che si apre con il goal di Cannella: una leggera deviazione da parte della difesa beffa un ottimo Nicosia. Il Telimar non demorde e va in rete ragionando con Vlahovic per il 10-6. Sul finale, però, la forza dei leoni di casa emerge: un rigore di Vlachopoluos, Presciutti in superiorità e Lazic in controfuga definiscono il punteggio sul 13-6.
 
Marcello Giliberti, presidente Telimar "Anche oggi abbiamo onorato la vasca, giocando bene contro il Brescia, una delle due corazzate di questo difficile campionato di A1. Partiti male in difesa nel primo parziale, siamo rientrati in partita nel secondo ed abbiamo poi contenuto i danni negli ultimi due tempi contro i forti lombardi, davvero incontenibili in attacco.

Ora la squadra resterà a Brescia fino a martedì, per poi spostarsi a Savona, dove mercoledì giocheremo gara 1, cercando di mostrare ancora una volta il nostro valore. I ragazzi sono carichi e pronti per questa nuova battaglia per cercare di mantenere lo standard di gioco e di risultati che abbiamo sino a questo momento consolidato. Marziali ha subìto un infortunio ad una mano, di cui siamo valutando l'entità sottoponendolo stasera stessa qui a Brescia agli accertamenti del caso".
 
Parziali: 5-2; 2-2; 2-1; 4-1.
Superiorità: An Brescia 5/9 + 1 rigore; Telimar 4/6 + 1 rigore.

Il tabellino

An Brescia: Del Lungo, Dolce, Presciutti 1, Lazic 1, Jokovic 1, Nikolaidis 1, Renzuto Iodice 1, Cannella 1, Alesiani, Vlachopoulos 5 (1 su rig.), Di Somma 1, Gitto 1, Rossi -  Allenatore: Alessandro Bovo.
Telimar: Nicosia, Del Basso 1, Galioto, Di Patti, Occhione, Vlahovic 2 (1 su rig.), Fabiano, Marziali 1, Lo Cascio 1, Damonte 1, Lo Dico, Migliaccio, Washburn -  Allenatore: Marco Baldineti.
Arbitri: Alessandro Severo, di Roma, e Marco Ercoli, di Montelparo (FM) - Delegato: Enzo Carannante, di Torino

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallanuoto, il Telimar perde a Brescia: testa al Rari Nantes per la Champions league

PalermoToday è in caricamento