menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nestorovski segna l'1-0 del Palermo

Nestorovski segna l'1-0 del Palermo

Bologna-Palermo 3-1, Nesto-gol ma è sesto ko di fila: pagelle, cronaca e commenti

Illude il solito graffio del macedone, bravo a sfruttare un patatrac di Gastaldello. Pareggia Destro, nella ripresa siglano il sorpasso e completano la rimonta Dzemaili e Viviani

Il Bologna dona doni ma il Palermo non riesce ad approfittarne. Sesta sconfitta di fila, ennesimo black-out dopo il gol del vantaggio. Dieci minuti per sognare il colpaccio al Dall'Ara, prima di franare sulle amnesie di sempre. Il regalo di Gastaldello, omaggio natalizio con qualche settimana d'anticipo, puntualmente scartato da Nestorovski, aveva spianato la strada al Palermo, che ancora una volta si è però accartocciato su se stesso, prigioniero dei suoi limiti. In Emilia festeggia il Bologna: 3-1 per i padroni di casa, con l'Empoli sempre a +4 sui rosa. Ancora una volta il Palermo fa rinascere un giocatore assente da parecchio tempo: a Cagliari fu il turno di Dessena, stavolta tocca a Destro. Il bomber di casa ritrova la maglia da titolare dopo l'infortunio e timbra subito il cartellino. Contro il Palermo. Ma evidentemente non è un caso. Chi non rinasce è invece Diamanti, oggi apparso più involuto che mai. Il Palermo senza di lui difficilmente potrà rimettersi in carreggiata.

Squadre in crisi, posta in palio alta, e panchina che scotta: contro un Bologna che non vinceva da settembre De Zerbi ha dato fiducia a Sallai lasciando Lo Faso in panchina (il talentino rosa è entrato a fine partita sprecando la palla del 2-3 davanti a Da Costa. Il resto della formazione è quello previsto alla vigilia. Palermo con la difesa a quattro, con i terzini spesso in trincea per contenere le volate degli esterni rossoblù. E' una partenza sprint quella del Palermo, che dopo la paratissima di Posavec su Krejci lanciato a rete, passa grazie (anche) a Bruno Hernique. Il brasiliano è bravo a coronare il pressing alto, borseggiare il pallone a Gastaldello, lento e impacciato nel suo improbabile disimpegno da ultimo uomo al limite dell'area, e consegnare a Nestorovski il più comodo degli assist.

Settimo graffio in campionato del macedone (facile tocco a porta praticamente vuota) e Palermo avanti dopo 9 minuti. Storia vista e rivista in questa stagione. Perché c'è un dato che spaventa: i rosa hanno già dilapidato 10 punti dopo essere andati in vantaggio. Un segnale sinistro che risveglia Destro. Undici minuti dopo Nesto-gol, Viviani scodella un pallone dalla trequarti. Sul cross si avventa Destro, che sfugge alla marcatura di Cionek, e di testa batte Posavec. Tutto da rifare.

Il Palermo tiene il campo con coraggio, gioca a testa alta, fa buon possesso palla. Ma dalle parti di Da Costa non ci arriva praticamente mai. Il Bologna, invece, squadra più esperta e furba, cerca di verticalizzare e punge quando può. Fino a trovare il naturale gol del vantaggio. E' Dzemaili, uno dei migliori in campo, a sigillare il ribaltone del Dall'Ara. Palermo scoperto, il Bologna riparte e trova Destro. L'attaccante, sfruttando anche una carambola, riesce a trovare Dzemaili, che dal limite fredda Posavec con un tiro basso che si spegne accanto al palo. Restano più di 20 minuti per tentare di evitare l'ennesima sconfitta, la sesta di fila. Ma invece di tirar fuori la testa (e qualcos'altro) il Palermo incassa subito il gol dell'1-3. Segna su punizione Viviani, che non festeggiava da sei mesi (con la complicità di Posavec). L'ultima volta fu proprio al Barbera. E' la solita storia, dei ribaltoni e delle resurrezioni. La "nuova" invece è quella dei sei sconfitte consecutive. Non succedeva dal 1957. Anche questa è storia.

CLICCA SU "CONTINUA" PER LE PAGELLE

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento