Sport

Il vento di Bari spinge il Palermo, Zamparini: "Ora sotto con la Ternana"

Il patron rosanero applaude i suoi ragazzi: "Avevo detto che avremmo vinto il campionato con 10 punti di vantaggio sulla seconda, spero che la mia previsione fatta in ritiro possa avverarsi"

Sono bastati 13 minuti al Palermo per stendere il Bari e asfaltare una diretta concorrente per la promozione in serie A. Tutto nella ripresa, dopo che nei primi 45 minuti le due squadre si sono ampiamente studiate. “Quella di ieri – ha detto Zamparini al sito ufficiale - è stata una vittoria e una prova di forza molto importante per noi. La partita contro il Bari penso che possa essere determinante per l’autostima dei ragazzi in vista dei prossimi impegni di campionato. Nonostante i gol siano arrivati nel secondo tempo – confessa il patron rosanero – a me è piaciuta molto di più la prima frazione di gara perché penso sia emersa in pieno l’autorità della squadra”.

Una squadra orfana di Nestorovski ma anche di Jajalo, Chochev e Murawski, in grado di impartire una grande lezione di calcio a chi in queste prime 18 giornate di campionato era sempre riuscito a restare incollato al vertice della classifica. Un grande banco di prova per le seconde linee del club rosanero, sempre più decisive quando sono state chiamate in causa. “Chiunque va in campo riesce sempre a dare il massimo. Questo – dice Zamparini – penso sia un nostro punto di forza e il merito va sicuramente a Tedino che è riuscito a formare un gruppo davvero compatto e coeso. Naturalmente l’assenza di Nestorovski si è sentita, un giocatore con le sue caratteristiche può sempre fare la differenza, ma in fin dei conti sono molto contento per come abbiamo giocato, specialmente a centrocampo e in avanti”.

Una partita da incorniciare che potrebbe aver fatto risorgere Trajkovski. Un inizio di stagione positivo, poi il nulla. A Bari, però, la musica è cambiata. “Speriamo che possa tornare a essere il giocatore che abbiamo conosciuto a inizio anno, quello che mi auguro e che anche per i prossimi impegni possa dimostrarsi lo stesso giocatore ammirato ieri sera al San Nicola. Sono molto felice anche per Coronado – spiega Zamparini – in grado di segnare un bellissimo gol, ma anche di fornire una prestazione eccellente”.

Palermo che può finalmente tornare a guardare le inseguitrici dall’alto verso il basso. Una classifica corta con le prime otto squadre che sono raccolte in appena cinque punti. “Io spero che la mia previsione fatta in ritiro dei 10 punti di distacco dalla seconda si possa avverare. Ieri ho visto una squadra umile ed è questo che mi è piaciuto di più. Abbiamo bisogno sicuramente di qualche risultato utile consecutivo che possa darci lo slancio necessario e penso che la partita di sabato contro la Ternana non andrà assolutamente sottovalutata. Le squadre che sono in fondo alla classifica finora ci hanno sempre creato problemi”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il vento di Bari spinge il Palermo, Zamparini: "Ora sotto con la Ternana"

PalermoToday è in caricamento