menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ahi Palermo: preso a schiaffi da una squadra di serie B ungherese

Rosanero sconfitti dal Balmaz con il risultato di 3-1. Si salvano solo Rispoli, autore del momentaneo pareggio, ed Embalo. Male la difesa, centrocampo imballato

Arriva la prima sconfitta stagionale – seppur in amichevole – per il Palermo. Il Balmaz Kamilla Gyogyfurdo, squadra che milita nel campionato di serie B ungherese, si è imposto sui rosanero con il risultato di 3-1. “I ragazzi erano visibilmente stanchi”, ha dichiarato il tecnico Ballardini provando così a giustificare quanto accaduto ieri in campo.

Il modulo è sempre quello, già collaudato da tempo dal tecnico ravennate: 3-4-3, Posavec in porta con il reparto difensivo composto da Vitiello, Goldaniga e Andelkovic. A centrocampo confermati Rispoli – autore di una grande partita condita pure dal gol del momentaneo 1-1 – Chochev, Jajalo e Hiljemark, in attaco, invece, lo svedese Quaison - a un passo dal trasferimento all’Atalanta - ha ceduto all’ultimo minuto il posto da titolare a Embalo che insieme a Trajkovski e Nestorovski ha completato il tridente d’attacco. Insomma, niente scuse per i rosanero, la squadra mandata in campo non era di certo composta da seconde linee.

Prestazione sotto tono, una difesa che a gran voce chiama rinforzi, visto che Gonzalez con ogni probabilità lascerà la Sicilia e Goldaniga non potrà di certo reggere da solo il peso del reparto difensivo. L’ex giocatore del Perugia ha bisogno di crescere con accanto un giocatore di esperienza, evitando così che le troppe pressioni possano intaccare le prestazioni del difensore classe 1993. A centrocampo gli uomini di Ballardini sono apparsi troppo lenti e macchinosi. Manca ancora quel famoso regista che ogni estate dovrebbe sbarcare in Sicilia per accendere il gioco del Palermo. Jajalo non è un playmaker, e difficilmente, adattato al ruolo di regista così come la scorsa stagione, potrà essere l’arma in più a centrocampo.

Bene invece l’ultimo arrivato Embalo, che insieme a Nestorovski e Trajkovski formano un attacco niente male. L’intesa cresce di giorno in giorno e la velocità sarà l’arma in più del tridente rosanero. Da capire invece quanto abbiano influenzato le inaspettate e repentine dimissioni del direttore sportivo rosanero Rino Foschi proprio a ridosso del test amichevole giocato ieri in Ungheria. Il Palermo cambia ancora e molto probabilmente continuerà a cambiare. Questo potrebbe spaventare non poco gli uomini di Ballardini che lo scorso anno proprio a causa dei continui cambiamenti hanno vissuto una stagione davvero infelice. Comunque sia Ballardini è fiducioso: “Questa sconfitta non intacca quanto fatto finora”, ha dichiarato il tecnico rosanero ai microfoni del sito ufficiale del Palermo. La stagione non è ancora iniziata eppure se ne sono già viste di cotte e di crude.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento