Bagheria protagonista al primo "International Taekwondo Catania cup 2016"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Appena conclusa la prima edizione dell'International Taekwondo Catania Cup 2016 presenti le società sportive di 15 regioni italiane e di 5 nazioni, 180 coach e 730 atleti. La competizione era aperta a tutte le categorie e a tutte le cinture ,dagli esordienti, ai cadetti A e B, ai juniores ed ai seniores.

Per i più piccoli un'esperienza formativa che li ha catapultati in una nuova dimensione all'interno del Palacatania con un pubblico di 5000 utenti e 8 quadrati per i combattimenti. Per i più grandi un modo per confrontarsi con avversari di spessore e nazionalità diversa, o alla ricerca di una rivincita con i rivali di categoria già incontrati nei Campionati Italiani o nella Dream Cup Italiana.

In ogni modo, un'occasione da non sprecare alla ricerca di una nuova dose di adrenalina alla quale non sa rinunciare chi affronta questo sport in maniera agonistica. Non potevano mancare all'appuntamento le due società Bagheresi : l'A.S.D. CHAMPIONS TAEKWONDO LO IACONO e l'A.S.D. TKD OLYMPIC'S GLADIATORS dei rispettivi maestri Francesco Lo Iacono e Filippo Clemente.

Sempre pronte alle grandi sfide, hanno confermato l'alto livello del Taekwondo Bagherese portando a casa medaglie in quasi tutte le categorie soprattutto tra le cinture nere.

Medagliere

A.S.D. CHAMPIONS TAEKWONDO LO IACONO

4 medaglie d'oro:

Danilo Lo Iacono (cintura nera), atleta di spessore che ritorna sul quadrato dopo 4 anni d'assenza e riprende da dove si era fermato;

Davide Roccheri , conquista la medaglia prepotentemente;

Giuseppe Greco, agonista solo da qualche anno, fa piazza pulita dei suoi avversari;

Francesco Lo Galbo, il piccolo esordiente onora il cognome e si presenta nel migliore dei modi;

6 medaglie d'argento:

Gioacchino Maggiore (cintura nera), si conferma come uno degli atleti più forti nella sua categoria;

Carola Lo Iacono la piccola figlia d'arte perde la finale per problemi fisici;

Roberta Fricano (cintura nera);

Erica Nuccio, non molla mai penalizzata dalla febbre alta;

Roberto Sparacino, grande prestazione, perde la finale al golden point;

Antonino Bertolino.

6 medaglie di bronzo:

Gabriele Pandolfo (cintura nera), sfoggia una sequenza di tecniche di alto livello, fa divertire il pubblico, ma il suo avversario ha la meglio e si ferma in semifinale;

Domenico Lo Galbo (cintura nera), durante il riscaldamento si ripresenta il dolore per uno strappo che l'aveva costretto al ritiro agli ultimi Campionati Italiani, ed abbandona in semifinale;

Manuel Lo Iacono (cintura nera), fuori dai campi di gara in attesa di un intervento chirurgico, si butta dentro consapevole d'essere al 20% delle sue potenzialità, affronta l'atleta Koreano che diventerà Medaglia d'oro, regalai una prestazione da cardiopalma ed esegue la lezione più importante per i suoi atleti;

Stefano Vanella, al suo primo internazionale, manca d'esperienza ma non certo di coraggio;

Giuseppe Corrao, seconda competizione per lui, affronta in semifinale un ottimo avversario, lo subisce per tutto il primo round,al secondo round comincia a crederci e recupera 12 punti ma non gli bastano per accedere in finale. Un vero leone.

Claudio Santalucia, alla sua prima competizione.

3 quarti posti:

Francesco Guerrera, Venera Fricano e Vincenzo Porrello.

Ad affiancare il Maestro Lo Iacono, gli ottimi coach : Domenico Lo Galbo e Manuel Lo Iacono. Un particolare non indifferente è stata la presenza della tifoseria capeggiata dai genitori, che ha trascinato i propri atleti in ogni momento, organizzata come la curva di uno stadio, ma rispettando gli avversari.

A.S.D. TKD OLYMPIC'S GLADIATORS

5 medaglie d'argento:

Serena La Bianca;

Sofia Carollo;

Mariadonata Di Cristina;

Chiara D'Alessandro;

Angela Musso;

9 medaglie di bronzo:

Marco D'Alessandro;

Aldo Polizzi;

Federico Carollo;

Francesco Aiello;

Francesco Provino;

Marta Fontana;

Andrea Arigliano;

Alessio Fricano;

Marco Cavarretta;

5 quarti posti:

Federica Morreale;

Antonino Fontana;

Giovanni Caputo;

Giovanni Navarra;

Emanuele Trimarchi;

L'emozione e la voglia di far bene ha giocato brutti scherzi .. ma fa parte della loro crescita....

Ad affiancare il Maestro Clemente, i coach: Totaro Michelangelo, D'Acquisto Mario, D'Acquisto Antonio e Fontana Paolo.

Torna su
PalermoToday è in caricamento