menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si rivede Baccaglini: "Vi illustro il futuro del Palermo", Tedino e Lupo in città

Il presidente rosanero in diretta Facebook per rispondere alle perplessità dei tifosi: "Per un'operazione così complessa e così importante era necessario lavorare in silenzio". Ma non emerge alcuna certezza sulla data del closing. Intanto sbarcano allenatore e direttore sportivo

Il rischio di andarsene è che quando decidi di tornare magari trovi chi si è abituato alla tua assenza. Non è il caso di Paul Baccaglini, presidente patron "in pectore" del Palermo, che a distanza di cinquantatré giorni è nuovamente sbarcato in città per fare chiarezza su quanto accaduto in questi ultimi mesi. Dopo un lungo silenzio ha subito voluto rispondere alle domande dei tifosi attraverso una diretta Facebook sulla fan page della società (GUARDA VIDEO). Tantissmi gli argomenti trattati dall’ex Iena fra cui – ovviamente – la chiusura del closing prevista per giorno 30 giugno. Intanto c'è già aria di nuovo corso, col nuovo allenatore Bruno Tedino arrivato a Palermo insieme al direttore sportivo Fabio Lupo. 

CLOSING - “So che i palermitani si sono sentiti trascurati per la mia temporanea assenza – premette Baccaglini – il motivo di tanto silenzio, però, risiede nel fatto che per un'operazione così complessa e così importante era necessario lavorare in silenzio per una questione legata soprattutto alla privacy. Anche perché – ha spiegato l’ex Iena – la fuga di notizie, specialmente se non veritiere – spostano gli equilibri da una parte piuttosto che da un’altra. Arrivati a questo punto non possiamo permetterci di perdere ulteriormente tempo. In questi mesi – ha svelato Baccaglini – abbiamo fatto grandi progressi e adesso siamo davvero vicini alla chiusura dell’operazione. Le due parti sono a un ottimo punto di intersezione. Non nascondo che ci sono state anche delle incomprensioni con Zamparini, ma succede anche questo quando si affrontano delle operazioni così delicate. Se sono qui a Palermo è perche la trattativa  è davvero a buon punto e vi posso assicurare che la vostra ansia è anche la mia.
 
TECNICO E DIRETTORE SPORTIVO - Baccaglini, dopo aver fatto”chiarezza” sulla trattativa con Zamparini, non poteva non parlare delle scelte della società di puntare su Tedino e Lupo, profili scelti specialmente  da Zamparini, dato che l’ex Iena sembrava più orientato a puntare su gente più esperta come l’ex dg dell’Empoli, Carli e l’ex allenatore del Pescara, Oddo.  “La società doveva e deve comunque andare avanti senza aspettare la chiusura dell’operazione. Ci sono delle tappe che è impossibile posticipare e per questo insieme a Zamparini abbiamo trovato dei compromessi. Tedino e Lupo sono state delle scelte condivise sia dalla nuova proprietà che dalla vecchia, è sbagliato dire che sia stato soltanto Zamparini a decidere. Ho avuto l’occasione di parlare con il nostro nuovo allenatore e vi posso assicurare che ho trovato una persona molto preparata e motivata. L’unica cosa che mi ha chiesto Tedino è stata un’opportunità. Sono sicuro che i tifosi del Palermo avranno modo di conoscerlo e di conseguenza di concedergli una chance. Domani verranno presentati alla stampa sia Lupo che Tedino, ma io non ci sarò per evitare di spostare l’attenzione mediatica su questioni più delicate. Sono sicuro che entrambi saranno davvero una sorpresa per noi, ma soprattutto per voi tifosi”.

Tedino-Lupo-2
 
MERCATO - La rinascita del Palermo passerà sicuramente anche dal tipo di mercato che condurrà quest’anno il club rosanero. Dopo le cessioni di Bruno Henrique e Gonzalez il Palermo ha messo a segno il primo colpo in entrata portando in Sicilia l’ex difensore del Pordenone – fedelissimo di Tedino – Andrea Ingegneri. Per un campionato difficile come la serie B, però, serviranno sicuramente altri innesti. “C’è stato qualche astio – ha spiegato Baccaglini – con Zamparini per quanto riguarda la nazionalità dei giocatori. Quello che più mi piacerebbe fare è riuscire a valorizzare i nostri calciatori italiani. Anche se alla fine quello  che conta è soltanto il talento. Quindi, quello che proveremo a fare sarà puntare su giocatori validi senza guardare il paese di provenienza. Italiani o non, l’importante è che diano il proprio contributo per il bene del Palermo. sicuramente – ha detto Baccaglini – proveremo a prendere anche giocatori più esperti che hanno giocato in serie B e che possano aiutare  i ragazzi più giovani. Non sarò certamente io a dire al nostro ds chi comprare, siamo una squadra e lavoreremo tutti insieme per raggiungere un unico obiettivo”.

STADIO - Che la realizzazione dello stadio e del centro sportivo sia in cima alla lista dei desideri di Baccaglini non è certo un segreto. Per poter diventare un club importante il Palermo dovrà senz’altro avere una nuova “casa” e un centro sportivo. E’ per questo che Baccaglini nel pomeriggio incontrerà nuovamente il sindaco Orlando, per cercare di trovare un compromesso e iniziare quanto prima a gettare le basi per la realizzazione del nuovo impianto  club rosanero. “Sono tornato a Palermo – ha confessato Baccaglini – anche per parlare con il sindaco. Voglio portare avanti questo progetto del Palermo versione 2.0 che vede inevitabilmente lo stadio al centro dei nostri pensieri. Sono sicuro che il comune approverà il nostro progetto e per la città di Palermo sarà una svolta epocale. Più avanti – conclude Baccaglini – sono sicuro che vi ricrederete”. 

TEDINO E LUPO A PALERMO - Con l’arrivo dell’ex tecnico del Perdenone e del neo ds rosanero Lupo - atterrati intorno alle 14,30 all’aeroporto Falcone-Borsellino - si può davvero iniziare a progettare e a programmare quanto prima la rinascita del club. Il popolo rosanero nelle prossime ore avrà così la possibilità di conoscere i protagonisti voluti fortemente da Zamparini (e accettati di buon grado da Baccaglini) per provare a far tornare il Palermo ai livelli di un tempo. Tutt’altro che certezze, Tedino e Lupo, incarnano alla perfezione quella che sembrerebbe essere l’ennesima scommessa dell’imprenditore friulano anche quando di tempo per scommettere sembrerebbe non essercene più. Mai giudicare il libro da una copertina. “Sono molto contento di essere arrivato qui – ha dichiarato Tedino non appena sbarcato – avevo altre proposte ma ho scelto Palermo per l’entusiasmo”. E' parso ottimista anche il ds Lupo che non appena sbarcato ha voluto rassicurare i tifosi dichiarando che “costruiremo una squadra forte. Dopo Ingegneri – acquistato dal Pordenone – prenderemo altri giocatori. Palermo è un’occasione importantissima e non potevo assolutamente dire di no. Questo è un club che ha una storia molto importante oltre che delle ambizioni non indifferenti. Adesso andremo in sede per parlare di quello che sarà il nuovo Palermo”. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento