Sport

Il Palermo ad Avellino per cercare continuità, Boscaglia ci crede: "Possiamo ancora fare cose importanti"

Il tecnico rosanero crede ancora negli sviluppi di questa stagione: "Ma dobbiamo lavorare sulla continuità". Lucca squalificato, al suo posto giocherà Saraniti. Almici in panchina

Qual è il vero Palermo? Quello visto contro il Potenza o la stessa formazione che ha dato segnali di vita importanti martedì pomeriggio, mettendo alle corde l’ancora imbattuta Ternana? Domande a cui ancora Boscaglia non è riuscito a dare risposte, ma il tecnico rosanero si augura che possano arrivare già da domani (calcio d’inizio alle ore 15) contro l’Avellino terzo in classifica. Lucca squalificato, al suo posto ci sarà Saraniti. Almici torna fra i convocati. La carica di mister Boscaglia: "Possiamo ancora fare cose importanti, ma mi aspetto continuità”. 

Se da un lato la partita con la Ternana ha dato morale e consapevolezza dei propri mezzi a un gruppo ridimensionato dall’attuale posizione in classifica, dall’altro invece il match di domani potrebbe anche regalare nuovi orizzonti ai rosanero, oltre che nuovi stimoli a cui potersi aggrappare. L’Avellino dista undici punti, ma qualora gli uomini di Boscaglia dovessero portare a casa i tre punti, allora sì che la classifica potrebbe iniziare a prendere forme ben più diverse. “Mi aspetto una grande prestazione da parte dei miei giocatori – ha detto Boscaglia in sala stampa -. Domani dovremo dare seguito a quanto fatto finora, ma soprattutto a quanto visto martedì pomeriggio. Continuità non soltanto al gioco, ma anche e soprattutto all’atteggiamento. Rispetto al match perso all’andata – continua - è cambiato un po’ tutto. Sia per noi che per loro. Siamo due squadre diverse, eppure so benissimo che tipo di Avellino aspettarmi. Troveremo – spiega – un gruppo coriaceo e che sa giocare un buon a calcio. Noi però andremo lì convinti di portare a casa punti preziosi”.  

Punti che consentirebbero al Palermo di vivere tutt’altra seconda metà di stagione, per poi, eventualmente, fare all-in sui playoff. “E’ chiaro – spiega Boscaglia – che cerchiamo un piazzamento importante per poi giocarci bene i playoff. quelli – dice – vanno giocati per vincerli. Prima però pensiamo alla crescita della squadra e dei singoli giocatori. D'altronde sono dell’idea che soltanto a fine campionato capiremo se meritiamo davvero questa posizione in classifica. I – continua - dicono che siamo la squadra che crea più occasioni da gol. Dobbiamo continuare a lavorare, ci sono giocatori che nascono col fiuto del gol e altri che invece hanno bisogno di lavorarci. C’è ancora tanto da fare, non dobbiamo commettere l’errore di pensare che la stagione ormai sia compromessa. Ancora – conclude – ci giochiamo le nostre possibilità per fare cose importanti. Noi ci crediamo”.

Qui Palermo

Contro l’Avellino Boscaglia dovrà fare a meno dello squalificato Lucca. Al suo posto però ci sarà un Saraniti consapevole di giocarsi l'ennesima chance  di questa stagione  dopo essere stato scavalcato nelle gerarchie dalla giovane punta classe 2000. Per il resto Boscaglia dovrebbe affidarsi agli stessi interpreti visti con la Ternana. A centrocampo ovviamente ci sarà ancora una volta Ciccio De Rose. 

Qui Avellino

In campo ci sarà sicuramente Sonny D’Angelo. Il palermitano che mise il Palermo in ginocchio all’andata troverà spazio nel 3-5-2 di mister Braglia, così come l'altro palermitano, Luigi Silvestri in difesa. Bernardotto e Santaniello il tandem offensivo dei Lupi. 

Le probabili formazioni di Avellino-Palermo

AVELLINO (3-5-2): Forte; L. Silvestri, Dossena, Illanes ; Ciancio, Carriero, De Francesco, D’Angelo, Adamo; Bernardotto, Santaniello.

PALERMO (4-3-3): Pelagotti; Accardi , Palazzi, Somma, Crivello; Odjer, De Rose, Luperini; Kanoute, Saraniti, Valente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Palermo ad Avellino per cercare continuità, Boscaglia ci crede: "Possiamo ancora fare cose importanti"

PalermoToday è in caricamento