Giovedì, 29 Luglio 2021
Sport

Avellino-Palermo, le probabili formazioni: Coronado-Nestorovski nella tana dei Lupi

Dopo il tracollo con il Cittadella, Tedino non rinuncia al fantasista brasiliano, che era stato "panchinato" lunedì sera. Conferma per Posavec, si rivede Gnahorè. Ballottaggio Aleesami-Fiordilino

Il Partenio, la tana dell'Avellino

Complotti, spettri di aule di Tribunale, futuri scenari da brividi, la fuga mancata, le prime che corrono. Il Palermo rischia di diventare il peggior nemico di sé stesso e dopo la notte fallimentare di lunedì sera, domani alle 15 contro l’Avellino è chiamato a rispondere a un momento più nero che rosa. Non basterà soltanto un'ottima prestazione a scacciare delle voci che inevitabilmente hanno scosso la squadra e che rimbombano prepotentemente ormai da una settimana dalle parti di viale del Fante. Per allontanarle e tornare a respirare bisognerà vincere e smuovere la classifica. Una sconfitta, invece, potrebbe davvero mandare ko Tedino, che dopo lo scivolone casalingo contro il Cittadella ha dovuto fare i conti con un Zamparini poco convinto della forma fisica e atletica della squadra.

“Con il  Cittadella – ha detto Tedino in sala stampa -  abbiamo preso un bel cazzotto che vogliamo restituire il prima possibile. La gara è stata pessima e completamente sotto ritmo. A mio avviso è stata la prima prestazione sotto tono in queste prime quindici partite di campionato. Penso di essere il colpevole della disfatta. Non ho fatto capire ai miei ragazzi che tipo di avversario dovevamo affrontare. Indubbiamente – confessa – il Cittadella aveva una marcia in più. Non penso che il nostro modo di giocare cambi in base al fattore casa o trasferta. Lontani dal Barbera abbiamo semplicemente trovato qualche spazio in più”.

Al Partenio il Palermo si troverà di fronte una vecchia conoscenza: Walter Novellino. Il club campano in casa ha perso soltanto una volta contro la Salernitana. Uno stadio che il più delle volte ha visto dividersi la posta in palio fra queste due squadre con sette pareggi, cinque vittorie per i padroni di casa e tre successi per il Palermo. Attenzione, però, al fattore Novellino: il tecnico non perde una partita contro il club rosanero dal lontanissimo novembre 2006. Nei seguenti otto incroci il bilancio conta 4 successi per Novellino e altrettanti pareggi.

“Domani ci aspetta un gran bel test - dice Tedino - contro una squadra fortissima e in ottima forma. Non vedo l’ora che i miei ragazzi scendano in campo, soprattutto  per dimostrare di che pasta siamo fatti realmente. Lo spogliatoio è molto compatto e io sono molto leale con loro, una persona che dimostra di avere gli attributi non credo sia quella che alzi la voce. Quello che prefrisco è dire loro le cose in faccia, guardandoli negli occhi. Ognuno di loro sa cosa ci siamo detti”.

Il match di lunedì scorso oltre ad aver portato a galla diverse lacune ha dato anche diverse conferme: una su tutte la posizione scottante di Posavec. “Mi sorprendo – dice Tedino - che si parli sempre e solo di lui. Posavec è il nostro portiere e secondo noi ha fatto delle ottime partite. Ha fatto una grande parata su punizione e nessuno lo ha applaudito, qualsiasi cosa faccia questo ragazzo è sempre sbagliata. Noi siamo molto attenti alla valutazione dei giocatori, è un ottimo portiere che a volte può anche sbagliare. I ragazzi giovani hanno bisogno di qualche sberla per migliorare, prendo come esempio Donnarumma che è il migliore dopo Buffon ma anche lui commette errori come quello di ieri sera in Europa League“. La sensazione, dunque, è quella che contro l’Avellino toccherà nuovamente a Posavec difendere i pali del club rosanero, lasciando così in panchina il veterano Alberto Pomini. In dubbio invece sia Murawski che Embalo. “Il giocatore polacco dopo il match di lunedì  ha dovuto fare i conti con  un’infiammazione al ginocchio che non gli ha permesso di allenarsi con il resto della squadra. Embalo, invece,  si è svegliato con una caviglia molto gonfia e al momento non so se convocarlo o meno. Sono due situazioni delicate a cui presterò la massima attenzione”.

Tedino guarda già al mercato di gennaio e confessa che “non abbiamo individuato nessun profilo ma è chiaro che ci servirebbe gente esplosiva tipo Embalo. Non siamo scontenti ma ci stiamo guardando intorno e possibilmente a gennaio si faranno delle valutazioni“. Valutazioni che verranno fatte anche per Aleksandar Trajkovski. Il macedone sta pagando anche quest’anno la troppa discontinuità e il tempo per esprimere le proprie qualità potrebbe presto finire. “Trajkovski – conclude -  è partito molto bene e poi si è spento.  Il suo problema penso che sia puramente psicologico. Tutto parte dalla testa, dovrà sicuramente migliorare sotto questo punto di vista”.

QUI PALERMO 
Nessuna inversione di marcia per mister Tedino: a difendere i pali rosanero ci sarà ancora una volta Posavec. Il modulo dovrebbe essere sempre lo stesso: 3-5-1-1 con Cionek, Struna e Bellusci in difesa. In mezzo al campo, invece, potrebbe rivedersi il francese Gnahorè in compagnia di Jajalo e Chochev. A destra – neanche a dirlo – ci sarà Rispoli, mentre a sinistra bisognerà capire se Tedino vorrà confermare il recuperato Aleesami oppure vorrà dare fiducia al giovane palermitano Fiordilino. Difficile che Coronado possa nuovamente partire dalla panchina. Il Palermo ha bisogno del suo fantasista e del miglior Nestorovski per tornare a sorridere.
 
QUI AVELLINO
Battendo il Palermo gli irpini avrebbero la possibilità di continuare la scalata verso le primissime posizioni. Novellino sa di poter contare sul fattore campo e per provare a compiere l’impresa quasi sicuramente si affiderà al 3-5-2 e a uno dei giocatori più importanti del suo roster: Matteo Ardemagni.
 
AVELLINO (3-5-2): Radu; Ngawa, Migliorini, Marchizza; Molina, D’Angelo, Moretti, Paghera, Falasco; Castaldo, Ardemagni. 
 
PALERMO (3-5-1-1): Posavec; Cionek, Struna, Bellusci; Rispoli, Gnahorè, Jajalo, Chochev, Aleesami; Coronado; Nestorovski.

BALLOTTAGGIO PALERMO: Aleesami-Fiordilino 55%-45%

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avellino-Palermo, le probabili formazioni: Coronado-Nestorovski nella tana dei Lupi

PalermoToday è in caricamento