Martedì, 15 Giugno 2021
Sport

Automobilismo, Custonaci tra gioie e dolori per la scuderia "Armanno corse"

Pipitone Benedetto "Armanno Corse " a Custonaci Foto Vito Vitale

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Un week end adrenalinico quello appena trascorso nella provincia di Trapani, per la 12^ edizione dello slalom automobilistico città internazionale dei marmi Custonaci, prova di abilità alla guida inserita nel calendario del Campionato Siciliano di specialità Aci/Sport e di rilevanza nazionale per l'attribuzione dei punti del Trofeo Centro Sud 2015.

Ben quattro le manches effettuate dai piloti in gara di cui una (la prima) effettuata come ricognizione ufficiale del percorso; su tutti si impone il talento di Buseto Palizzolo (TP) Giuseppe Castiglione leader della classifica generale piloti che a sorpresa si presenta ai nastri di partenza con una vettura del tutto nuova, una Sport Prototipo Marca Radical Tipo Prosport motorizzata 1600cc a sostituire quella che era diventata la sua fida compagna di successi e cioè la vettura tipo Formula Marca Ghipard di derivazione motociclistica cilindrata 1000cc, mezzo che stavolta è stato egregiamente condotto da Salvatore Poma Driver Trapanese.

Castiglione vince la gara con il tempo fatto segnare nella terza manches con 1'47,70, dopo una condotta di gara esemplare, subito dietro il suo concittadino, rivale di questa stagione esaltante, Giuseppe Gulotta su Radical Sr4 Scuderia Jonia Corse tempo migliore fatto registrare nella prima manches di 1'50,51, avrebbe ottenuto un crono migliore nell'ultima salita ma l'abbattimento di un birillo annulla il tempo fatto segnare; al terzo posto il ritorno alle gare di Andrea Raiti della Scuderia Catania Corse che con la sua Radical Prosport stacca il crono decisivo nella terza manches 1'52,72 anche per lui penalità nella seconda manches dove il tempo fatto segnare era migliore.

Domenica tra gioie e dolori per la Scuderia Automobilistica "Armanno Corse" Palermo che ha visto ritirare subito dopo la ricognizione tre suoi alfieri, Alberto Santoro molto atteso in quanto pilota di Custonaci, noie al cambio per la sua Radical Sr4, Driver impegnato quest'anno nel tricolore Slalom; Andrea Lo Nigro in classe S3 che accusa noie al suo motore e Giuseppe Machì in Classe S1 anche per lui problemi meccanici. Discorso a parte meritano Salvatore Polizzi che in classe S1 su Fiat 500/ 700 cc agguanta il 4° posto con il tempo della prima manches di 2'25,22 , il sempre verde pilota di Terrasini (PA) si gioca il tutto per tutto nella seconda salita che lo ha visto protagonista di un testa coda con urto, qualche danno alla sua vettura e materialmente impossibilitato a prendere il via dell'ultima manches; in classe S2 Fabio Bombara A 112 Abarth tempo finale 2'14,35 strepitoso driver di Messina, lotta fino all'ultimo centimetro di percorso con il leader della classifica del Campionato Siciliano Bonsignore Agostino tempo 2'13,70 anche lui su A 112 Abarth i due a fine gara staccati da poco più di sei decimi di secondo vengono applauditi da appassionati e addetti ai lavori, davvero straordinari. In classe S3 si piazza al terzo posto l'under 23 Benedetto Pipitone Fiat Cinquecento SP con il tempo 2'41,76, crono condito da una penalità per abbattimento di un birillo; in classe S4 il solito Giuseppe (Peppe) Raineri su Fiat 127 tempo migliore seconda manches 2'11,30 stavolta alle prese con diversi problemi di grip della sua vettura ha ottenuto comunque l'ennesimo successo del 2015 ipotecando il titolo Siciliano ma ha dovuto faticare e non poco per ottenere il successo dandosi battaglia con Rosario Grimaldi su Fiat Cinquecento SP tempo migliore 2'11,39 distacco davvero incredibile, soltanto nove millesimi di secondo tra i due, curiosità da sottolineare per entrambi i driver nella terza manche stesso identico tempo 2'11,39 , situazione più unica che rara; in classe P1 l'under 23 Gianfranco Barbaccia con un ottimo secondo di classe tempo migliore 2'15,39 ipoteca il titolo Siciliano di Classe e quello riservato agli under 23, il giovane pilota di Belmonte Mezzagno (PA) ha espresso il meglio del suo talento dando filo da torcere al sempre veloce Campo Emanuele per lui un ottimo 2'14,07.

Appuntamento importante per la "Armanno Corse" nel prossimo week-end con la penultima prova del Campionato Italiano Slalom a Bolca in provincia di Verona, emozioni e grandi sorprese per scrivere un'altra pagina di storia dell'automobilismo Siciliano e non solo.

Andrea Armanno

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Automobilismo, Custonaci tra gioie e dolori per la scuderia "Armanno corse"

PalermoToday è in caricamento