Ficarazzi: l'Amministrazione incontra Filippo Fiorelli, ciclista della nazionale under 23

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Un giovane ragazzo classe 1994 con la passione per il ciclismo ereditata dal padre, Eugenio e tanta ambizione da coltivare e soddisfare, è Filippo Fiorelli il ciclista ficarazzese semiprofessionista, categoria under 23, che è stato accolto dal primo cittadino di Ficarazzi e la sua amministrazione comunale in data 9 febbraio 2016.

"… L'amministrazione comunale deve fungere da cassa di risonanza per questi giovani talenti ficarazzesi e mostrare alla popolazione giovanile un modello positivo….", sottolinea il sindaco, avv. Paolo Francesco Martorana, durante una conversazione con Filippo e la sua calorosa famiglia durante la quale ha consegnato al giovane ciclista il crest, simbolo del comune di Ficarazzi.

Filippo Fiorelli racconta di avere cominciato nel 2014 come ciclo amatore, un'attività che gli ha permesso di essere apprezzato da un team ciclistico locale, vetrina in cui il giovane Fiorelli non ha perso tempo per mostrare la stoffa del vero campione, quella che e' nutrita da tanti sacrifici, ci spiega, ed emerge solo quando si ha il coraggio di essere umili e grintosi al contempo.

Dopo un breve trascorso in mountain bike, scopre subito di essere uno scalatore, uno di quei ciclisti che concentra la forza e lo spirito di vittoria sulla testa ancora prima che sulle gambe. In seguito alla sua partecipazione alla gare più prestigiose della categoria Under, qualche mese fa avviene la svolta quando Fiorelli viene convocato in maglia azzurra al giro dell'appennino e sale il podio nel 2015 al gran premio di Capodarco, nelle Marche. C'è chi azzarda paragoni allettanti con Peter Sagan o Fausto Coppi ma il ficarazzese Fiorelli rimane con i piedi saldi sui suoi pedali, pregustando la seconda convocazione in nazionale con il suo nuovo team, Delio Gallina Colosio il prossimo 14 febbraio.

Torna su
PalermoToday è in caricamento