rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Pallanuoto

La Waterpolo Palermo espugna Civitavecchia e conquista la salvezza in A2

Netta vittoria per 12-8 della squadra allenata da Malara. L'appello del presidente Coglitore per la piscina comunale: "La città ha un patrimonio di atleti che non si può disperdere nel nulla"

Si conclude con una giornata di anticipo la marcia della matricola Waterpolo Palermo verso la salvezza, nel suo primo campionato di Serie A2 di pallanuoto. Grazie alla netta vittoria sul campo del fanalino di coda Civitavecchia per 12 a 8, i ragazzi guidati da Paolo Malara allungano sul Pescara, terzultimo, e si rendono irraggiungibili.

È stata una partita combattuta fino al terzo tempo, cominciato sul punteggio di 6 a 5 per i padroni casa, che avevano rimontato un parziale iniziale di 5 a 2 dei palermitani. Poi sono saliti in cattedra Galioto e Migliaccio, gli uomini più rappresentativi ed esperti della Waterpolo, ribaltando il risultato con personalità. "Siamo molto felici per il risultato conseguito non facile per il grande equilibrio, ma alla fine ci siamo riusciti", ha dichiarato il coach Paolo Malara a fine match.  "Tante cose buone, giovani interessanti per il futuro della società, ora speriamo che ci siano, a breve, delle soluzioni positive per l'impianto sportivo, in modo da pianificare il futuro della squadra e non vanificare gli sforzi che la società ha fatto in questi anni".  

"Ieri si è perfezionata una magia in uno degli anni peggiori della città di Palermo che dopo il Covid ha visto l’impianto natatorio funzionare male e a singhiozzo", le parole del presidente Antonio Coglitore. "La nostra squadra  - ha proseguito il presidente - guidata da un condottiero instancabile quale Paolo Malara, al suo primo anno di A2, conquista la meritata salvezza. la squadra è stata straordinaria mai un allenamento perso, la giusta tensione nei momenti difficili accompagnata da umiltà e voglia di rifarsi, insomma tutti encomiabili. Abbiamo vinto contro le dirette concorrenti e in più a fare la differenza sono state le belle vittorie contra la Florentia fuori casa, seconda in classifica e l’Olympic Roma di Mario Fiorillo oggi quarta. Il tutto giocando sempre senza pubblico e con una vasca chiusa per mesi interi nel corso della stagione".  

Una stagione impegnativa in un campionato difficile come la A2 che ha visto i palermitani impegnati in ben 11 trasferte fuori dalla Sicilia che sono costati grandi sacrifici. "In alcune partite abbiamo pagato lo scotto dell’inesperienza, inevitabile per una squadra zeppa di giovani esordienti, ma negli appuntamenti decisivi siamo stati compatti e determinati".

"Voglio elencare l’intero gruppo che ha creduto nella società e che si è esaltato in tutta la stagione: Gabriele Cuccia, Gaetano Reina, Piersanti Mattatella, Massimiliano Migliaccio, Pepi La Mantia, Andrea Piscitello, Marco Ferlito, Gabriele Galioto, Francesco Pettonati, Alessio Rotolo, Giacomo Cardoni, Damiano Bogni, Silvio Riccobono, Italo Russo, Rocco Giacomazzi, Diego Randazzo,  Giorgio Giovinazzo, Edoardo Allali. Adesso il futuro è incerto per la situazione preoccupante dovuta all’imminente chiusura per lavori della piscina comunale. Speriamo - conclude Coglitore - che il Comune si renda conto che a Palermo c’è un patrimonio di pallanuotisti, nuotatori e atlete di nuoto sincronizzato che non si può disperdere nel nulla. Contiamo molto su un nuovo impianto da realizzare a breve, altrimenti tutti i nostri sforzi saranno vanificati in pochi giorni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Waterpolo Palermo espugna Civitavecchia e conquista la salvezza in A2

PalermoToday è in caricamento