rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Altro

Calcio a 5, la nazionale degli avvocati vince il Mondiale con una squadra interamente composta da palermitani

L'Italia, rappresentata dalla Asd Jus Palermo, si aggiudica per la prima volta il Mundiavocat. A Marrakech, sotto temperature roventi, il bilancio è di sette vittorie e un pareggio. Sconfitte rappresentative blasonate come Portogallo, Danimarca e Francia

L'Italia, rappresentata dalla squadra Asd Jus Palermo, ha vinto per la prima volta il campionato mondiale di calcio a 5 riservato agli avvocati. Gli avvocati palermitani si sono infatti aggiudicati la ventesima edizione del Mundiavocat 2022 che si è svolta dal 7 al 15 maggio a Marrakech.

Sotto temperature roventi, la squadra azzurra ha sconfitto diversi avversari forti e rodati come il Portogallo (campione europeo in carica e vice campione mondiale della scorsa edizione), la Danimarca (vicecampione europeo) e la Francia. Il mondiale è stato concluso da Jus Palermo con ben 7 vittorie e un pareggio.

Singolare il fatto che tutti i componenti della squadra siano andati a rete. Gli avvocati palermitani, già campioni d'Italia per tre anni consecutivi (2017, 2018 e 2019) e quarti all'Europeo del 2019, sono dunque ora i nuovi Campioni del Mondo di calcio a 5 (Five Men). Titolo che manterranno almeno sino al 2024, anno in cui proveranno a riconfermarsi. La squadra è composta da Marcello Cugliandro (presidente), Fabrizio Giustolisi (capitano), Maurizio Alleri, Daniele Pirrello, Federico Lentini (premiato come miglior portiere del torneo), Stefano Piazza, Gaetano Li Muli e Cristian Giacalone.

"Non avrei mai pensato, dopo appena cinque anni dalla nascita di questa squadra, di poter raggiungere un simile traguardo - afferma il capitano Fabrizio Giustolisi -. Se questo è stato possibile è solo perché, con piena comunione di intenti, abbiamo affrontato ogni sfida con il massimo impegno e spirito di sacrificio".

"E' stato un onore - dice il presidente, Marcello Cugliandro - rappresentare l'Italia in questa magnifica, entusiasmante e logorante competizione. E ancora di più lo è stato rappresentare i numerosi colleghi di Palermo, molti dei quali amici o conoscenti. Un ringraziamento sincero ed affettuoso, oltre che ai miei compagni di avventura, lo rivolgo ai colleghi e amici Pietro Aiello, Vincenzo Pace e Domenico Mira che, a vario titolo, non hanno purtroppo potuto partecipare a questo mondiale pur facendo parte - essendone anzi elementi portanti - della squadra".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio a 5, la nazionale degli avvocati vince il Mondiale con una squadra interamente composta da palermitani

PalermoToday è in caricamento